3 tisane per sgonfiare la pancia dopo le feste

Le festività Natalizie sono ormai quasi passate, ma il gonfiore delle classiche abbuffate, purtroppo, non va via così facilmente.

da , il

    Le festività Natalizie sono ormai quasi passate, ma il gonfiore delle classiche abbuffate, purtroppo, non va via così facilmente. Quando il gonfiore inizia ad essere un fastidioso problema, ecco che la natura accorre in nostro aiuto con le erbe officinali In questo articolo vi suggeriamo 3 ricette di tisane diverse per sgonfiare la pancia e ritrovare il giusto ritmo dell’organismo, senza dover ricorrere a diete drastiche o eccessiva attività fisica.

    1. Infuso di aneto, anice verde, finocchio

    L’aneto è un’erba officinale che vanta un forte potere digestivo e rinfrescante. L’infuso fatto di semi viene impiegato nei disturbi digestivi e dell’apparato digerente come meteorismo e coliche e contrasta la formazione di aria nello stomaco e nell’intestino evitando il gonfiore addominale.

    L’anice ha proprietà toniche e digestive ed esercita un’azione molto simile a quella dell’aneto.

    Il finocchio è un antispasmodico, digestivo e diuretico, depura l’organismo facilitando l’espulsione delle tossine attraverso la minzione ed elimina i liquidi in eccesso.

    Calorie per porz.: n.q.

    Ingredienti: per 1 tazza

    1 cucchiaio di miscela preparata con 30gr di semi di aneto, 35gr di semi di anice verde, 35gr di semi di finocchio

    Preparazione

    1. Porta ad ebollizione l’acqua.

    2. Spegni il fuoco e lascia in infusione i semi per circa 10 minuti.

    3. Filtra la tisana. Consumane all’occasione dopo i pasti oppure ogni mattina a digiuno per almeno 1 settimana.

    2. Infuso di finocchio, anice, cumino, coriandolo

    Il cumino è una profumatissima spezia che si caratterizza per le sue proprietà antispasmodiche, carminative e digestive.

    Il cumino, sotto forma di infuso, agisce come diuretico e antisettico delle vie urinarie. Ma non solo, le sue proprietà digestive si rivelano ottime anche nei bambini, dato il suo bassissimo tasso di tossicità. Perfetto in caso di aerofagia e meteorismo, inoltre svolge un’azione regolatrice della funzionalità gastrointestinale e antispasmodica in caso di coliche e crampi addominali.

    Calorie per porz.: n.q.

    Ingredienti: per 1 litro

    1 cucchiaio di semi di finocchio

    1 cucchiaio di semi di anice

    1 cucchiaio di semi di coriandolo

    1 cucchiaio di semi di cumino

    Preparazione

    1. Porta ad ebollizione l’acqua.

    2. Spegni il fuoco e lascia in infusione i semi per circa 10 minuti.

    3. Filtra la tisana. Consumane all’occasione dopo i pasti oppure mezza tazza prima e dopo i pasti.

    3. Infuso di dragoncello

    Il dragoncello è un’erba officinale dalle proprietà digestive e stimolanti.

    L’infuso di dragoncello fatto con foglie e sommità fiorite favorisce la digestione e stimola l’appetito. Il drangocello esercita la sua azione anche consumato a crudo, utilizzato per aromatizzare secondi piatti di carne o di pesce.

    Calorie per porz.: n.q.

    Ingredienti: per 1 litro

    20gr di foglie e fiori di dragoncello essiccate

    Preparazione

    1. Porta ad ebollizione l’acqua.

    2. Spegni il fuoco e lascia in infusione per circa 10 minuti.

    3. Filtra la tisana. Consumane all’occasione dopo i pasti.

    Dolcetto o scherzetto?