A dieta con il videogame, mangi sano e vinci denaro

da , il

    videogioco per dimagrire

    Perdere peso e dimagrire grazie ad un videogame? Presto sarà possibile, perché, dopo 10 anni di ricerche, questo nuovo ritrovato tecnologico ha ottenuto il brevetto. Secondo il New York Times si tratta di un’invenzione che è destinata a cambiare il modo di approcciarsi al cibo da parte di chi soffre di obesità e sovrappeso. Le persone verranno spinte e invogliate a mangiare sano giocando e vincendo soldi o biglietti per il cinema. Un’idea realizzata negli Stati Uniti da Michael Paolini, ideatore di software dell’Ibm ad Austin, Texas, destinata a suscitare molta curiosità.

    Il videogioco che aiuta a dimagrire

    Si tratta di un vero e proprio videogame in cui i partecipanti vengono premiati, con denaro e biglietti per il cinema, quando mangiano bene, mentre vengono penalizzati quando sgarrano e si concedono cibi pesanti o troppo calorici. Se decidete di consumare un’insalata per pranzo, potrete facilmente vincere 50 centesimi, mentre una torta golosa ma ipercalorica vi porterà ad indietreggiare nella classifica. Il primo step, secondo l’ideatore del videogame, sarà venderlo alle compagnie assicuratrici per migliorare il benessere dei loro impiegati. “Tutti capiscono i soldi in contanti – ha detto l’ideatore Michael Paolini – ed è per questo che la versione iniziale dà premi in denaro. Ma gli utenti possono anche guadagnare biglietti per il cinema o animali di FarmVille da usare nei giochi online”.

    Come funziona il videogame che aiuta a perdere peso

    Chiaramente questo sistema ha anche qualche pecca. Le persone infatti non possono essere controllate direttamente 24 ore su 24 e sarà quindi necessario fidarsi di quello che dichiareranno di avere mangiato. L’inventore comunque, nonostante ammetta che il suo sistema può essere migliorato, vuole dimostrare come la tecnica del gioco può facilmente essere impiegata per aiutare le persone che soffrono di obesità e sovrappeso. “D’altronde – dice Paolini – è sempre più frequente l’uso di postare sui social media il proprio peso giornaliero, i miglioramenti della propria forma fisica, quello che si mangia, ricevendo incoraggiamenti e commenti dagli amici di rete”.

    Il gioco della dieta in rete

    Esistono comunque svariate app e programmi che consentono di controllare la propria dieta e la propria alimentazione, contando anche sugli incoraggiamenti degli amici in rete. Qualche tempo fa, ha fatto molto parlare la vicenda del diciassettenne Taylor LeBaron, della Georgia, che ha creato un programma di dimagrimento sul suo PC, in cui ha individuato nemici, alleati, strategie, partite giocate, vittorie e sconfitte, trasformando in questo modo la sua lotta ai chili di troppo in un vero e proprio gioco. La sua esperienza è anche stata pubblicata in un libro, dal titolo “Cutting myself in half”.