Alimentazione, cosa mangiare in estate

da , il

    In estate spesso mangiamo o cuciniamo dei cibi che con il caldo non sono tanto sicuri. Dobbiamo imparare a capire che la conservazione degli alimenti nei mesi estivi è una pratica un po’ delicata perché facile intossicarsi, stare male di stomaco. Allora come bisogna muoversi?

    Gli alimenti secchi (pane, pasta, riso, ecc) ovviamente possono essere conservati a temperatura ambiente. Anche la frutta e la verdura, state attenti perché in questo caso le basse temperature accelerano il processo di decomposizione. Sembra strano e viene naturale mettere tutto in frigo, invece…

    Il frigorifero deve essere impostato sui 4 gradi, evitiamo di riempirlo. Quando è troppo affollato ha difficoltà di raffreddamento. Le zone hanno inoltre delle temperature diverse: in alto vanno i cibi già cotti, il pesce e la carne cruda, invece, devono stare in basso. Frutta e verdura mettiamola negli appositi contenitori, cassettini, sempre che non si voglia lasciarla fuori.

    Evitiamo di mangiare uova date o che hanno il guscio crepato. Significa che sono vecchie. Evitiamo di conseguenza di mangiare creme, come la maionese. Tutto ciò che è a base di uova, può crearci dei problemi. Quando compriamo frutti di mare, devono essere avvolti in reticelle con l’etichetta di provenienza e la data.

    Un’altra cosa importante è il latte. E’ scoppiata la moda di acquistare il latte appena munto: è pericoloso. Deve essere sempre pastorizzato. Così come meglio mangiare formaggi stagionati che quelli freschi.