Alimentazione equilibrata, regole di cottura per verdure, legumi e cereali

da , il

    cottura dei cibi

    Per avere un’alimentazione equilibrata bisogna fare attenzione anche alla cottura dei cibi. Infatti, da un alto garantisce una maggiore sicurezza igienica, dall’altra però può causare la dispersione delle sostanze nutritive. Oggi quindi facciamo un pochino il punto per preparare nel modo più corretto gli alimenti alla cottura, a partire dalle verdure fino ai legumi e ai cereali. Non so per quale motivo, ma quando si cucina un piatto di carne si sta molto attenti, invece in quelli vegetariani si è un po’ meno pignoli.

    Prima di tutto sappiate che sbucciare e pelare gli ortaggi provoca perdite di vitamine e minerali, così come non va bene sciacquare velocemente frutta e verdura: minore è il contatto con l’acqua, minori saranno anche le perdite di vitamine e di minerali. Durante la cottura è meglio tenere il cibo intero e tagliarlo poi successivamente. Infine, usare una pentola già scaldato o acqua in ebollizione permette agli alimenti di perdere meno nutritivi.

    Per quanto riguarda la cottura dei legumi bisogna seguire un paio di regole. Se sono secchi, vanno messi a bagno in acqua fredda per 12-24 ore, cambiando spesso l’acqua di ammollo, per renderli più digeribili. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di legume.

    I cereali integrali, invece, devono essere lavati sotto acqua corrente e alcuni, come il frumento e il farro, devono essere tenuti in ammollo per almeno 12 ore. Dopo queste operazioni, si possono lessare in acqua salata.