Alimenti poveri di sodio: elenco e dieta

da , il

    la dieta iposodica pressione

    Gli alimenti poveri di sodio sono particolarmente indicati per chi ha la pressione alta e deve quindi tenere sotto controllo questi valori tramite la dieta. Inoltre gli esperti sottolineano come l’eccesso di sodio sia tra le principali cause della cellulite e delle adiposità localizzate; proprio per questo la dose giornaliera raccomandata è compresa tra 575 e 3500 mg/giorno di sodio. Vediamo quali sono gli alimenti da prediligere e quelli da evitare ma anche la dieta iposodica migliore per chi soffre di pressione alta.

    Alimenti ricchi e poveri di sodio

    Per chi segue una dieta iposodica, andranno evitati tutti i cibi come quelli disidratati con il sale, ovvero baccalà; alici, sarde ed aringa sotto sale; prosciutto crudo, speck. Tutti gli alimenti macinati e mescolati con il sale come salame, mortadella, ciccioli, soppressa, finocchiona, salsicce, cotechino; tutti gli alimenti in salamoia e cotti in acqua salata come fagioli in scatola, tonno al naturale, tonno sott’olio oltre ai cibi addizionati con glutammato di sodio, ovvero dado da brodo e i piatti pronti. Di contro andranno invece consumati tutti i cibi freschi come frutta e verdura ma anche le carni e il pesce, ovviamente con condite con sale. Per condire le vostre pietanze potrete utilizzare le spezie, saporite ma con un basso apporto di sodio. Tra gli alimenti iposodici poi ricordiamo melanzane, pomodori, patate, peperoni e finocchi ma anche ciliegie, le banane, le mele e le fragole, mentre tra le carni il pollo e il bovino. Anche il pesce fresco è ottimo perché povero di sodio e ricco di potassio. Attenzione poi all’acqua: sceglietene una a basso contenuto di sodio che aiuta la funzione drenante dei reni.

    La dieta iposodica per chi soffre di ipertensione

    La dieta DASH è un ottimo esempio di dieta iposodica. Per colazione è previsto uno yogurt magro o latte scremato, due fette biscottate integrali con marmellata senza zuccheri e una spremuta di arancia con the o caffè non zuccherati. Per lo spuntino un frutto di stagione; per pranzo potrete consumare del riso integrale con carciofi o spaghetti integrali con pomodorini, con un’insalata verde con pomodori, carote e sedano. Un centrifugato di frutta o verdura e noci per merenda e per cena del pesce al forno o del pollo alla piastra con finocchi lessi e tre fette biscottate integrali.

    Dolcetto o scherzetto?