Anoressia e bulimia, ci si ammala sempre prima

da , il

    L’anoressia non fa distinzioni, colpisce giovani e vecchi, uomini e donne. L’1,5% degli over 14 anni soffre di disturbi del comportamento alimentare con una prevalenza nelle donne pari al 90%. Ci si ammala, quindi, e ci si ammala sempre prima perché si manifesta in bambini di 13 anni l’anoressia nervosa e di 15 la bulimia nervosa. Una piaga di questa società moderna, basata soprattutto sull’estetica e sull’apparenza, dove il massacro fisico per rincorrere una bellezza, senza senso, inizia fin dalla più tenera età. “E’ difficile spiegare perché certamente tra i fattori chiave l’anticipo del menarca “, il dottor Valdo Ricca, psichiatra e responsabile del servizio disturbi del comportamento alimentare presso la Clinica Psichiatrica dell’Universita’ di Firenze.

    Inoltre, c’è un altro fatto rilevante: il rischio per i figli di ex bulimici o anoressici è più altro. “Si tratta di un rischio 3 – 4 volte superiore rispetto agli altri ragazzi”, spiega il dottor Valdo Ricca, psichiatra e responsabile del servizio disturbi comportamentali alimentari alla Clinica Psichiatrica dell’Universita’ di Firenze.

    L’anoressia dilaga, colpisce anche a 13 anni e uccide 5 pazienti su 100. Purtroppo per la cura non ci sono novità in campo e parlar troppo della malattia e’ pericoloso, perché si rischia di ottenere il risultato contrario, come con la droga, cioè il ‘voler provare’.

    Foto

    Lei web.it

    wordpress.com

    ilmatemagico.com

    libero.it