Anoressia over 40, sempre più donne malate

anoressia over 40

Può sembrare strano, eppure l’anoressia over 40 sta diventando una realtà sempre più complessa. I disturbi dell’alimentazione colpiscono soprattutto le adolescenti, ma sempre più sono i casi tra le quarantenni e i bambini di circa 10 anni. Due protagonisti sociali che non dovrebbero dare così attenzione al corpo, le 40enni perché dovrebbero aver raggiunto una certa maturità e accettazione del fisico, mentre i bambini perché l’estetica non dovrebbe essere un loro problema. A spiegare il fenomeno sono stati a Milano alcuni esperti impegnati nel lanciare una campagna per sensibilizzare i cittadini .

Secondo i dati di Aba, associazione che da 20 anni si occupa di disordini alimentari, ogni due ore un italiano si ammala di un disturbo di questo tipo. La maggior parte sono donne: circa il 5% delle giovani tra i 13 e i 35 anni soffre di anoressia e bulimia, ma l’incidenza sta salendo anche tra le quarantenni e gli uomini, facendo arrivare la cifra a 3 milioni di persone.

Se pensate al numero, diventa davvero un problema spaventoso, ma spesso non ci si pensa finché non si è colpiti da vicino. Nonostante le cifre di chi è malato siano sottostimate, spiega la presidente di Aba Fabiola De Clercq, oggi si può guarire: però più tempo passa per arrivare alla terapia, più tardi ci sarà la guarigione.

Ma su cosa verterà la nuova campagna? Saranno affissi in tutta Milano dei cartelloni in cui fotografie di ragazze in salute, sorridenti, aperte alla vita e alle sue scoperte testimoniano che di anoressia e bulimia si può guarire: un messaggio di solidarietà e fiducia alle giovani. Quest’iniziativa sarà realizzata gratuitamente dall’agenzia Ogilvy.

Segui Pour Femme

Sabato 23/10/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Paper Project
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su