Aprile è il mese della dieta per il 50% degli italiani

da , il

    prova costume estate 2012

    La prova costume è abbastanza vicina e Pasqua ha lasciato il segno. È stato praticamente impossibile resistere ai dolci tipici, ai piatti della tradizione e poi come si fa a stare a dieta quando a tavola tutti mangiano allegramente? Purtroppo però, il caldo alleggerisce i vestiti e scopre i fisici appesantiti. Il 50 percento degli italiani in questo periodo dell’anno decidono di mettersi a dieta. Allora se i chili in eccesso sono reali è giusto cercare di ritrovare il perduto peso forma, ma bisogna stare molto attenti nel caso i chili siano immaginari. Ci rivolgiamo a tutte quelle ragazze che sono disposte a digiunare pur di non avere un filo di grasso sulla pancia e sulle cosce.

    Michele Carruba, direttore del Centro di studio e ricerca sull’obesità dell’università Statale di Milano, ha dichiarato all’Adnkronos: “Da un lato le persone davvero in sovrappeso o obese (circa il 50% della popolazione) che, in vista della bella stagione, ridanno slancio alla voglia di dimagrire. Dall’altro i ‘falsi grassi‘, soprattutto donne, senza reali problemi con la bilancia. Questi ultimi si convincono di avere qualche chilo in più da perdere e contribuiscono ad allargare il ‘partito’ degli italiani a stecchetto”.

    Attenzione alle diete vip

    Non è la prima volta che lo diciamo, ma diventa un obbligo morale ripeterlo: le diete vip possono essere molto pericolose, perché si basano su regimi alimentari squilibrati. Tra le diete che più possono contagiare gli amanti della dieta c’è la nota Dukan, che ha conquistato Kate Middleton e poi tutta l’Europa intera, con i suoi ricettari e coach online sempre a disposizione. Anche Miley Cyrus che da Twitter urla ai fan di mangiare glutine avrà una certa presa sulle adolescenti. Qualsiasi vip sia il vostro idolo state attenti a non cadere nel tranello: con la salute non si scherza. Secondo gli esperti, tra l’altro, questi metodi dimagranti nella maggior parte dei casi si rivelano fallimentari. Le persone per la delusione rischiano esaurimenti nervosi, aritmie e malesseri, osteoporosi grave e molte altre complicanze provocate da diete strampalate.

    La crisi condiziona la dieta

    Un altro motivo di preoccupazione è la crisi mondiale, che tenderà a condizionare sempre di più la dieta delle persone negativamente. Lucio Lucchin, presidente dell’Adi (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica) ha commentato: “Ci aspettiamo di vedere uno scadimento dell’alimentazione degli italiani. Il motivo è presto detto: la capacità di spesa si riduce e le ‘occasioni’ proposte dai supermercati diventano più appetibili. Il problema è che le offerte non riguardano mai frutta e verdura. Sono i cibi ipercalorici e meno sani a essere oggetto di sconti e prezzi ribassati”. Fate quindi attenzione a non lasciarvi condizionare troppo dalle offerte speciali e anche dalle diete dimagranti dei giornali, che promettono 7 chili in 7 giorni. In entrambi i casi si tende a perdere peso rapidamente, ma anche a recuperarli in fretta.

    Quale dieta scegliere?

    Scegliere una dieta non è una cosa semplice e sicuramente non lo si può decidere leggendo un articolo o guardando una pubblicità. “La vera dieta è una sola – aggiunge Lucchin – e si basa su un reale cambiamento di stile di vita.” L’esperto consiglia di vedere il proprio piatto come diviso in quattro parti e immaginare di ridurre di un quarto ogni singola porzione abituale. Non c’è bisogno, quindi di digiunare. Inoltre, ricordatevi che è importante muoversi. Cambiare stile di vita vuol dire fare ginnastica se state sempre fermi, smettere di fumare se siete sempre una con una sigaretta in bocca, mangiare a pasti regolari se non avete mai orari. Il sacrificio non dovrebbe essere scegliere la dieta, ma impegnarsi per migliorare il proprio stile di vita.