Arancini light, ricetta ipocalorica

da , il

    IMG_1999

    Nelle prossime righe presenterò una ricetta tipica del nostro Bel Paese, ovviamente in versione rivisitata per mantenere la linea ma non rinunciare al gusto: sto parlando degli arancini light, un modo leggero per preparare il classico arancino siciliano. Questa volta non punterò la lente d’ingrandimento sugli ingredienti che compongono la ricetta, ma bensì sulle origini di questo buonissimo piatto tipico.

    L’arancino pare sia un piatto originario dei Paesi Arabi, dove si usava spesso accompagnare il riso condito con zafferano e diverse erbe aromatiche. L’usanza della panatura risale all’epoca di Federico II. La panatura croccante attorno alla pallina di riso, assicurava un’ottima conservazione della pietanza, consentendone il trasporto durante le sue famose battute di caccia. In seguito, l’arancino costituì un pasto importante per chi lavorava in campagna. Esistono diversi modi per condire l’arancino, ma quello più diffuso e conosciuto è quello con il ragù. Essendo un piatto molto versatile, si trovano molte versioni dell’arancino: ai frutti di mare, alle verdure, fino ad arrivare a quelli dolci con ripieno di crema alla gianduia. L’arancino è un piatto che si adatta a qualsiasi occasione. L’ideale è consumarlo caldo mentre si passeggia per la strada, oppure per un ricco pranzo al sacco.

    Piccolo suggerimento: per formare le palline usa dei guanti di lattice sottili oppure bagna spesso le mani, per non far attaccare il riso e formare delle palline quasi perfette.

    Arancini light

    Ingredienti: per 2 pers.

    Cal. per porz.: 395

    150gr di riso

    1 bustina di zafferano

    80gr di piselli

    200gr di salsa di pomodoro

    Farina q.b.

    Pangrattato q.b.

    Sale e pepe q.b.

    2 uova

    Olio ai semi di soia per friggere

    Ricetta e preparazione

    1. Fai cuocere in acqua bollente il riso e sciogli nell’acqua la bustina di zafferano.

    2. Nel frattempo fai stringere in padella la salsa di pomodoro corretta di sale, pepe e un pizzico di zucchero.

    3. Fai bollire in un pentolino i piselli.

    4. Quando il riso è ben cotto (non al dente) scolalo bene, unisci alla salsa e aggiungi i piselli.

    5. Mescola molto bene il tutto e lascialo raffreddare.

    6. Una volta raffreddato forma delle palline (consiglio della grandezza di una pallina da ping pong), passale nella farina, poi nelle uova sbattute e infine nel pangrattato.

    7. Metti a scaldare abbondante olio in una padella alta, quando è ben caldo fai friggere gli arancini.

    8. Appena dorati tirali via dall’olio e falli scolare su carta assorbente.

    Sentirai che croccantezza! …E servili caldi mi raccomando!

    Consiglio: il segreto per una frittura leggera, è usare molto olio. Può sembrare assurdo, ma friggendo in olio abbondante e bollente, si creerà un “guscio” croccante che impedirà all’olio di impregnare quello che stiamo friggendo.