BMI: inutile se non si conosce la percentuale di massa grassa

da , il

    BMi

    Essere magri (nel senso di pesare poco) non basta per conservare la propria salute e non avere problemi di obesità. Lo so ora penserete che qualsiasi sacrificio si faccia, non basta mai per stai in forma. Non è proprio vero, ma questo è il nuovo risultato di una ricerca eseguita nella Mayo Clinic. Vi racconto anche il perché. L’indicatore di salute (chiamiamolo così per capirci) non è solo l’indice di massa corporea (BMI), ma anche la percentuale di massa grassa. C’è una percentuale di grasso che noi non vediamo che potrebbe portare a malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete.

    Nello studio è emerso che su un totale di oltre 6.000 soggetti di entrambi i sessi, di peso normale, vi era un 20% – 30% con una percentuale di grasso viscerale (già perché proprio attorno agli organi si annida) in eccesso. Secondo i ricercatori, infatti, nelle donne che presentano un eccesso di grasso pur avendo un peso normale, il rischio di morire a seguito di problemi cardiaci o di un incidente vascolare/cerebrale raddoppia.

    Volete sapere un segnale da non sottovalutare? Le maniglie dell’amore. Sono già un indicatore che state accumulando grasso. Un secondo passo è quello di misurare il tasso di massa grassa corporea: nelle donne deve essere inferiore al 30 %, mentre negli uomini deve essere inferiore al 20-25 %.

    Foto tratta da howstuffworks.com