Celiachia, il futuro è nei probiotici

da , il

    Abbiamo parlato spesso di celiachia, perché purtroppo l’intolleranza al glutine continua ad aumentare. Oggi in questo post spero di darvi una buona notizia. Sembra infatti che i ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche spagnolo a Valencia abbiano trovato un futuro per la cura. Oggi non c’è una terapia efficace: si deve seguire una dieta speciale, senza glutine. Loro sostengono che promuovere un equilibrio della flora microbica intestinale potrebbe avere un ruolo chiave nella risposta immunitaria legata alla celiachia, in particolare nelle prime fasi della manifestazione. Potrebbe davvero essere una svolta per tantissime persone.

    La ricerca del gruppo di Valencia sostiene che i cambiamenti dietetici possano contribuire ad alleviare la gravità della malattia celiaca in alcuni pazienti, “poiché differenti batteri intestinali possono influenzare differenti risposte e il grado d’infiammazione”, spiega la Stampa.

    L’utilizzo quindi di prebiotici e probiotici potrebbe migliorare la qualità della vita dei celiaci, ne potrebbero beneficiare anche le persone affette da diabete di tipo 1 e altre malattie autoimmuni. La dottoressa Yolanda Sanz del CNR spagnolo ha commentato: « Questo studio può anche aiutare a progettare nuove strategie, che potrebbero migliorare la qualità della vita dei pazienti celiaci in futuro».