Cereali e pane integrale prevengono l’ictus

da , il

    pane integrale cereali

    I cerali e il pane integrale sono amici del cuore. Sembrerebbe infatti, secondo uno studio della dell’University of Aberdeen (Regno Unito), che siano in grado di combattere e prevenire l’ipertensione, proprio come sanno fare i farmaci specifici. Gli esperti consigliano il consumo di tre porzioni al giorno di cereali non raffinati, di pane e riso integrali. Tre porzioni sono un po’ tante soprattutto se si è costretti a consumare i propri pasti fuori casa, ma lo sforzo forse ne vale la pena: diminuisce l’incidenza di infarto del 15%, mentre di ictus del 25%.

    Questa dieta è davvero molto importante per la salute. Ne abbiamo parlato anche oggi, in occasione degli alimenti che mantengono basso il colesterolo. Arterie pulite, ovviamente, producono già da sole un buone effetto preventivo. Ora però i ricercatori inglesi aprono nuove prospettive perché sostengono anche la capacità di ridurre la pressione sanguigna e in particolare del valore sistolico, ovvero la “massima”.

    Durante la ricerca sono stati arruolati 200 persone, divise in due gruppi, e hanno consumato, il primo, una dieta con tre porzioni di cereali integrali al giorno, mentre il secondo con zero cereali. Una porzione, spiegano i ricercatori, consiste più o meno in una porzione tra i 13 e i 16 grammi di cereali integrali, l’equivalente di mezza tazza di avena o riso integrale o di una fetta sottile di pane integrale.

    Un panino al posto di un pane normale, non è poi una cosa così complessa da rispettare. Che ne dite? Per la salute, forse, dovremmo imparare a fare qualche sforzo in più.