Colesterolo più basso con l’olio di Krill

da , il

    olio krill

    L’olio di krill è un prodotto naturale che si estrae da un piccolo crostaceo (il krill) e che può fornire una buona dose di acidi grassi omega-3 in forma di fosfolipidi, al contrario dell’olio di pesce (molto usato come integratore. Ricordiamo per esempio la merluzzina) che li fornisce in forma di trigliceridi. A sostenerlo sono un gruppo di ricercatori dell’Akershus University College, Università di Oslo (Norvegia) che, con la collaborazione con la Aker BioMarine, società che produce olio di krill, ha studiato gli effetti di questo prodotto.

    L’obiettivo è stato quello di valutare se le diverse forme molecolari degli acidi grassi (trigliceridi e fosfolipidi) causavano una differenza nei livelli plasmatici di EPA e DHA (acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico derivati metabolici degli acidi grassi essenziali). In effetti è stato proprio così. Ma per elaborare la tesi, prima sono stati testa oltre 100 volontari con livelli di colesterolo nella norma.

    Divisi in tre gruppi, il primo ha dovuto assumere ogni giorno per sette settimane sei capsule di olio di krill per un totale di 3 g di EPA e 543 mg di EHA, il secondo tre capsule di olio di pesce per un totale di 1,8 g di EPA e 846 mg di DHA, mentre il terzo non ha preso nulla

    Conclusioni? Gli esami del sangue sono migliorati nei livelli di acidi grassi essenziali omega-3 e c’è stato un miglioramento anche del rapporto tra i due tipi di colesterolo.