Combattere il caldo con frutta e verdura

da , il

    Quante volte c’è stato ripetuto: dovete bere per sconfiggere il caldo almeno 2 litri d’acqua al giorno? E’ vero. E’ importante, ma è anche inutile costringere una persona a ingolfarsi di liquidi quando ci sono delle soluzioni alternative, molto valide.

    Non tutti hanno facilità a bere tanto. Alcuni si sentono gonfi, non hanno sete. E vivere con una bottiglia d’acqua sulla scrivania diventa davvero un incubo. Secondo una ricerca dalla University of Aberdeen Medical School, alcuni frutti e vegetali non solo batterebbero a mani basse i tanto celebrati drink isotonici, ma sarebbero due volte più idratanti di un bicchiere d’acqua.

    Infatti, frutta e verdura contengono grandi quantità d’acqua. Pensiamo all’anguria: è composta per il 92% da acqua, contiene anche zuccheri, calcio, magnesio, potassio e sodio. È anche ricca di vitamina C, beta carotene e licopene, che protegge dai raggi Uv. Insomma, una fetta a metà pomeriggio è quasi meglio di un litro d’acqua.

    Seguono il cetriolo che contiene il 96% di acqua ed è eccellente anche il sedano: sgranocchiarlo ristabilisce i livelli di sodio, potassio, magnesio, calcio, fosforo, ferro e zinco.