Come allenarsi nel tragitto casa – lavoro

Il poco tempo a disposizione spesso ci porta a rinunciare ad un regolare esercizio fisico: se avete una vita frenetica, dovete sfruttare ogni momento per fare sport, ad esempio il tragitto che fate da casa per andare a lavoro. Ecco qualche esercizio da fare in auto, in treno o alla fermata e qualche consiglio se andate a lavoro a piedi o bicicletta.

da , il

    Uno dei motivi per cui smettiamo o rinunciamo a praticare un po’ di attività fisica è il fatto di avere poco tempo libero: una vita frenetica e piena di impegni ci costringe a fare tutto di corsa e la sera, arrivando stanchi, è più facile riposarsi sul divano che infilare le scarpe da ginnastica e uscire per un po’ di esercizio fisico. Se non riuscite a trovare il tempo per fare sport, la soluzione è sfruttare quelle parti della giornata che avete a disposizione: una di queste è sicuramente il tragitto che fate per andare da casa a lavoro. Ma come è possibile fare esercizio in così poco tempo, magari andando in macchina o con i mezzi pubblici? Scopriamolo!

    Mentre si aspetta o si è seduti sui mezzi pubblici

    Se andate a lavoro in autobus, tram o tramvia,vi capiterà sicuramente di aspettare diverso tempo alla fermata; perché non sfruttare questi minuti per rinforzare e allungare i muscoli dei polpacci e delle braccia? Mentre siete seduti ad aspettare, sollevate verso l’alto le dita dei piedi e poi rilassatele, i vostri polpacci ne saranno felici; un altro esercizio da fare mentre sedete attendendo l’arrivo dell’autobus è questo: tenendo la schiena ben dritta, portate le braccia all’altezza del petto e unite i palmi delle mani; spingete un palmo contro l’altro, mantenete la contrazione e ripetete per 15 volte.

    Finalmente il vostro mezzo è arrivato e siete saliti a bordo; bene, avete a disposizione qualche altro minuto per fare un po’ di esercizio! Divaricate le gambe all’altezza delle spalle e contraete gli addominali bassi, mantenendoli in tensione per almeno 5 secondi; fate lo stesso esercizio con gli addominali laterali e continuate per tutto il tragitto.

    In auto

    Se invece andate a lavoro in macchina, potete mettere in pratica altri esercizi; ovviamente dedicatevi al fitness solo se siete bloccati in coda e siete sicuri di non dovervi concentrare sulla guida. Questo esercizio vi aiuterà a rinforzare gli addominali: mentre siete in coda, appoggiate i palmi contro il tettuccio dell’auto e spingete, contemporaneamente contraendo gli addominali più che potete; altrimenti, appoggiate le mani sul volante con le braccia tese, spingete la schiena verso lo schienale incurvando leggermente le spalle verso le anche e contraete gli addominali. Per i pettorali, invece, appoggiate le mani sul voltante, con i palmi rivolti uno verso l’altro e le braccia tese; a questo punto, spingete le mani contro il volante, come se voleste unirle; ripetete l’esercizio in modo ritmato finché non dovete ripartire. Esiste anche un ottimo esercizio per rassodare gambe e glutei, anche questo da eseguire quando siete completamente fermi, in coda o ad un semaforo rosso: con una gamba tesa e l’altra piegata a 90°, fate leva su quest’ultima e sollevatevi dal sedile cercando di contrarre i glutei e spingendo bene il tallone verso il basso; basta sentire lo sforzo sulla gamba, non dovete sollevarvi di molto dal sedile e, al semaforo successivo, fate lo stesso con l’altra gamba.

    Camminare o andare in bicicletta

    allenamento_casa_lavoro

    Ovviamente se andate a lavoro a piedi o in bicicletta sarà ancora più semplice praticare la vostra dose di esercizio fisico giornaliero.

    Procuratevi un contapassi che tenga il conto dei chilometri percorsi e delle calorie e cominciate a camminare: l’ideale sarebbe indossare delle scarpe da ginnastica, che potrete cambiare una volta raggiunto il posto di lavoro, ma se proprio non potete rinunciare ai tacchi, sappiate che è un buon modo per rafforzare gli arti inferiori; la camminata dev’essere spedita e sostenuta per ottenere dei benefici e perdere calorie camminando. Se il tragitto vi sembra troppo lungo, provate a fissare degli obiettivi intermedi da raggiungere, come un negozio, una via o una fermata dell’autobus: raggiungere dei piccoli traguardi vi aiuterà a concentrarvi e a darvi la giusta motivazione per continuare.

    Se invece avete scelto la bicicletta come mezzo di trasporto per raggiungere il vostro posto di lavoro, ecco qualche consiglio per sfruttare al meglio il tragitto casa-lavoro: la pedalata perfetta è quella dove la gamba è leggermente piegata alla massima estensione del pedale; non dovete lasciarla del tutto stesa né troppo piegata perché questo potrebbe portarvi fastidi e doloretti a livello del ginocchio. Meglio scegliere una bicicletta di buona qualità, preferibilmente monomarcia, in modo da massimizzare i benefici della pedalata; cercate di sfruttare il più possibile i percorsi su strada sterrata, scegliendo di passare da un parco piuttosto che dalla strada: sarà un po’ più faticoso, ma avrà grandi benefici sul vostro allenamento: farete meno pause ai semafori o per permettere l’attraversamento dei pedoni e starete alla larga da smog e inquinamento. Quando dovete affrontare una salita, cercate di pedalare in piedi, facendo forza anche con le braccia. La bicicletta è un ottimo esercizio fisico, grazie al quale è possibile scolpire e rinforzare i muscoli delle gambe e bruciare grassi e calorie.