Come dimagrire davvero: 7 regole da seguire

Spesso iniziamo una dieta, la seguiamo per qualche tempo e poi riprendiamo le nostre vecchie abitudini. In quest’articolo vi daremo qualche dritta per perdere peso in modo definitivo, senza riprendere i Kg persi: ecco 7 semplici regole che potete seguire per dimagrire davvero!

da , il

    belly 2354_1280

    Sappiamo già che perdere peso non è facile. Queste 7 regole per dimagrire davvero vi aiuteranno a mantenere il peso forma e vi faranno capire che la cosa più difficile è proprio restare in forma. Esistono migliaia e migliaia di diete, erbe, preparati e integratori che potrete prendere in considerazione se avete deciso di perdere qualche chilo; per riuscire nell’intento, però, non basta scegliere una formula dimagrante, bisogna fare un grande lavoro sulla propria personalità ed esistono alcune regole che sicuramente possono aiutarvi.

    Dovete cambiare radicalmente il vostro modo di pensare, cominciare a vivere l’alimentazione come strumento di benessere per tutto il vostro organismo, non solo per la linea ma anche per la salute fisica e psicologica. Vediamo allora quali sono le 7 regole principali per dimagrire davvero.

    1. Obiettivi realistici

    anete lusina 382329

    Darsi obiettivi di dimagrimento realistici è sicuramente il primo passo per dimagrire in modo definitivo e mantenere a lungo i risultati della dieta. Per gli adulti, perdere circa il 5-10% del proprio peso in un arco di tempo di 6 mesi, viene considerato un obiettivo raggiungibile: procedete con calma, va benissimo perdere mezzo chilo o un chilo alla settimana. Avere un metodo che, gradualmente, vi porta a ritrovare il vostro peso forma, è sicuramente più produttivo che liberarsi di tre chili in cinque giorni e poi ricominciare con le vostre vecchie (e sbagliate, probabilmente!) abitudini alimentari. Esistono tantissime diete miracolose, drastiche e ultra rapide che promettono di far perdere tantissimo peso in un lasso molto breve di tempo; dimenticatevi di queste soluzioni, all’apparenza facili ma che non vi porteranno risultati duraturi.

    Calibrate bene i vostri obiettivi: se sono troppo alti e difficili, vi sentirete scoraggiati se non riuscirete a raggiungerli nei tempi previsti; se sono troppo semplici, non aiuteranno la motivazione che è alla base di una dieta efficace. Ognuno sa quale dev’essere il livello ottimale per sé stesso, l’obiettivo intermedio non troppo facile da raggiungere ma nemmeno impossibile da realizzare.

    Calendario degli obiettivi

    Una buona strategia che potete provare è quella di fare un vero e proprio calendario con i vostri obiettivi, cadenzandoli settimana dopo settimana e alzando gradualmente il livello di difficoltà. Se la prima settimana avete perso mezzo chilo, quella successiva potreste cercare di perdere 750 g, oppure passare da 1600 calorie a 1500 e così via, ma sempre partendo da quello che avete realmente raggiunto (inutile prendersi in giro, no?): se vi siete resi conto che non ce la fate ad assumere solo 1600 calorie, mantenete lo stesso obiettivo anche per la settimana successiva e continuate finché non lo avrete raggiunto davvero. Questo è uno dei metodi più efficaci per restare concentrati e motivati sulla dieta.

    2. Mangiare insieme

    cuisine 2703164_1280

    In tutte le culture il momento del pasto è storicamente un rito da condividere con chi si ama. Nella società in cui viviamo oggi, in cui non c’è tempo per rilassarsi nemmeno quando siamo in famiglia, in cui siamo sempre di corsa e non abbiamo quasi mai un momento di pausa, ritagliarsi un po’ di tempo per mangiare insieme ai nostri amici, colleghi o in famiglia, può essere, oltre che un rituale molto piacevole, anche un modo per aiutarvi nella dieta. Incredibile, no?

    Ebbene, è stato dimostrato che mangiando da soli si tende ad assumere più cibo e quindi a ingrassare più facilmente. Se si è da soli magari ci si limita a un panino acquistato frettolosamente al bar, oppure a un piatto riscaldato dalla sera prima, che viene consumato in modo veloce e vorace, magari guardando la televisione o rispondendo a una mail. Mangiare insieme, invece, vi obbligherà a sedervi e concentrarvi su quello che state facendo, cioè mangiando! Tenere d’occhio quello che avete nel piatto è un ottimo modo per non perdere il conto delle calorie ingerite.

    3. Apparecchiare la tavola anche se si è da soli

    salad 775949_1280

    Siete da soli a pranzo o a cena? Non limitatevi a tirare fuori un avanzo dal frigo e a consumarlo sul divano, davanti alla televisione. Proprio come il fatto di mangiare in compagnia, anche consumare il proprio pasto a tavola, con calma e con una mise en place non troppo deprimente, aiuta a tenere sotto controllo la quantità di cibo ingerita: sedersi e avere davanti una tavola ben apparecchiata, tranquillizza e aiuta a concentrarsi meglio sulle porzioni; se invece masticate mentre siete occupati in qualche altra attività, è come se il vostro stomaco non “sentisse il cibo” e quindi dopo pochi avrete di nuovo voglia di mangiare.

    Un trucco per diminuire le quantità è quello di utilizzare piatti piccoli: vedere una scodella bella piena trasmette subito al cervello una sensazione positiva, di abbondanza, e vi farà sentire meno la fame rispetto a un piatto enorme con una piccola porzione al centro.

    E allora ricordatevi di tirare fuori un piatto (non troppo grande!), due posate, un bicchiere e una bella tovaglietta americana anche se sarete solo voi a sedervi a tavola. Ne guadagnerete in buon umore e anche la vostra linea ne beneficerà.

    4. La dieta come stile di vita

    brooke lark 229136

    Mangiare sano e leggero non dovrebbe essere un regime particolare, ma la normalità. Se vi mettete a dieta, raggiungete il peso desiderato e poi ricominciate a mangiare come prima, i benefici saranno subito dispersi e in breve tempo riacquisterete i chili persi; è questo il motivo principale per cui dovreste imparare ad avere uno stile di vita salutare a prescindere dal periodo della dieta.

    Un modo per riuscirci può essere quello di mettersi dietro ai fornelli e creare dei piatti gourmet che siano buoni ma anche leggeri: vi divertirete durante la preparazione, sarete soddisfatti durante l’assaggio e, soprattutto, uscirete dal circolo infernale di verdure lesse e carne ai ferri! Compratevi un libro di ricette sane e light e correte in cucina, restare a dieta sarà più semplice e piacevole se potrete variare la tipologia di piatti da portare a tavola. Inoltre, il vostro rapporto con il cibo migliorerà e non vivrete l’alimentazione come un insieme di regole rigide e poco simpatiche; diventare consapevoli che un’alimentazione sana ed equilibrata farà solo del bene al nostro organismo e alla nostra salute, è un ottimo modo per restare sempre “a dieta” senza nessun sacrificio.

    5. Ogni tanto bisogna sgarrare

    david nuescheler 140505

    Ebbene sì, avete letto bene! Ogni tanto, si può fare un’eccezione alla dieta e concedersi qualche cibo non propriamente light. Uno sgarro occasionale non comprometterà i vostri sforzi per dimagrire e non dovete considerarlo una tragedia senza rimedio: anzi, sembra proprio che una piccola gratificazione ogni tanto (senza esagerare!) possa aiutare a restare motivati e a seguire la dieta con più ottimismo. L’importante è che si tratti di eccezioni e che per il resto del tempo vi manteniate su piatti leggeri e salutari, adottando una linea di comportamento alimentare corretta: mangiare una pizza una sera a settimana con una birra non può che farvi bene, così come una bella colazione della domenica in pasticceria.

    A decidere quanto e come sgarrare sarete voi e soltanto voi, quindi cercate di essere consapevoli e di autoregolarvi nel modo più salutare possibile. L’ideale sarebbe, dopo un peccato di gola, quello di compensare con un pasto più leggero del solito.

    6. Trovare un’attività fisica che ci piace

    matheus ferrero 226756

    Non esiste uno sport o una disciplina giusta o sbagliata per perdere peso; quello che è certo è che l’esercizio fisico non può mancare nella vostra vita quotidiana, a maggior ragione se state cercando di dimagrire. Partendo da questo presupposto, lasciate perdere il corso in palestra più di moda se odiate stare tra quattro mura e non costringetevi a correre se vi annoiate dopo duecento metri: il segreto per praticare con costanza un’attività fisica, qualunque essa sia, è divertirsi.

    Andrà benissimo qualsiasi tipo di esercizio, basta eseguirlo almeno due o tre volte alla settimana. Se odiate qualsiasi tipo di sport (no dai, non è possibile!), provate ad accompagnare un’amica alla sua lezione in palestra oppure al corso di balli latino americani: in due, con l’entusiasmo e il supporto di una persona che conoscete, sarà più semplice farsi contagiare dal divertimento ed eseguire con regolarità la vostra dose di esercizio fisico.

    7. Trovare la motivazione giusta

    jonathan klok 385107

    Lo mettiamo all’ultimo posto ma questo step è in assoluto il più importante per avere successo con una dieta e, soprattutto, per dimagrire definitivamente. Come per qualsiasi altro obiettivo che vi ponete nella vita, avere la giusta motivazione per raggiungere uno scopo è la spinta più forte ed efficace che potrete trovare ed è solo compito vostro capire come tirarla fuori.

    Ecco qualche consiglio per trovare la motivazione giusta per dimagrire.