Come diventare vegetariani

da , il

    verdure diventare vegan

    Vi siete mai chiesti come diventare vegetariani? Se questo tipo di alimentazione vi stuzzica ma non siete mai riusciti ad approfondire l’argomento, oggi vedremo insieme come approcciarsi alla dieta vegetariana, non solo per una questione di linea ma soprattutto di benessere di corpo e mente. Sono tantissime le persone che hanno rinunciato a carne e pesce per la loro alimentazione: secondo i dati dell’Eurispes infatti, sono più di 5 milioni coloro che si sono convertiti all’alimentazione vegetariana. Un cammino non sempre facilissimo che deve essere supportato da una grandissima convinzione etica e morale.

    I passi per diventare vegetariani

    Per prima cosa partiamo da un presupposto: questa dieta non comporta difetti nutrizionali. I difetti e i problemi che possono sorgere, vengono causati dal fatto che non si studia un regime alimentare vegetariano in modo articolato. Spesso le persone smettono di mangiare carne e stop. Non funziona così. Bisogna sostituire la carne con le proteine vegetali e stare attenti al bilanciamento. Si può fare con molta semplicità, magari con l’aiuto di un esperto. È bene che il regime sia ricco di soia, legumi e cereali, per avere il giusto apporto proteico. Tenete conto che chi non è vegano può mangiare latte, formaggio e uova. Per esempio, il ferro si può assumere mangiando legumi, prezzemolo, fiori di zucca e radicchio verde, non c’è bisogno di una bella fiorentina. Gli omega 3 sono forse l’elemento più complicato da sostituire, si trovano nella frutta secca, ma non bisogna abusare di questo prodotto. Insomma diventare vegetariani è possibile e non è complicato. Fatto poi con la testa e l’aiuto di un medico, non è neanche un processo complicato ed è molto salutare, perché è sicuramente un’alimentazione povera di grassi. Dalla parte seguire una moda senza esserne convinti o consapevoli non è sicuramente produttivo e si rischia di creare delle carenze nutrizionali.

    Saremo tutti vegetariani in futuro?

    Presto, ovvero nel 2050 potremmo essere tutti vegetariani. Lo rivela un recente studio che ha messo in luce come, per produrre un solo chilo di carne servano migliaia di litri di acqua. L’acqua è un bene che scarseggia in moltissime parti del mondo e questa situazione, unita all’aumento demografico, potrebbe rendere impossibile la produzione di carne. Una speranza per tutti coloro che ormai si sono convertiti all’alimentazione vegetariana e per tutti quelli che da tempo sostengono il pericolo di mangiare troppa carne. “Non ci sarà abbastanza acqua per produrre il cibo necessario ai due miliardi di persone in più che ci saranno nel 2050 – ha detto Malik Falkenmark, autrice del rapporto promosso dallo Stockholm International Water Institute – soprattutto se si manterranno i trend attuali, che vedono il mondo avvicinarsi a una dieta di tipo occidentale con il 20% delle proteine assunte derivanti dagli animali”.