Come fare la dieta del minestrone: il menù per dimagrire davvero

da , il

    Dieta del minestrone come fare

    La dieta del minestrone funziona davvero? Classica domanda che abbiamo posto almeno una volta nella vita perché incuriosite dai risultati promessi dalla dieta del minestrone. Ci si chiede se sarà la tendenza del momento che richiede un regime alimentare con drastiche limitazioni o se si tratta invece di uno schema efficace. Ma come fare la dieta del minestrone per dimagrire davvero? Prima di tutto è necessario seguire un menù equilibrato. Questo regime alimentare è adatto per sgonfiarsi ma anche per chi deve perdere molti chili perché si tratta di una dieta ipocalorica e allo stesso tempo bilanciata, con un apporto molto basso di carboidrati. Vediamo insieme il programma più corretto da seguire per perdere peso con la dieta del minestrone in modo facile.

    Il menu tipo della dieta del minestrone: primo e secondo giorno

    Vi state chiedendo come si compone la dieta del minestrone, quali sono i suoi principali ingredienti e i suoi menù? Ecco alcuni esempi di giornate tipo di dieta del minestrone che potrete seguire per un massimo di sette giorni, dopodiché potrete procedere con la fase di mantenimento. Colazione: caffè o tè; mele e pere. Spuntino: succo di frutta non zuccherato. Pranzo: minestrone; mele. Merenda: succo di frutta non zuccherato. Cena: minestrone; pere. Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane) che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti. Ecco invece il menù del secondo giorno della dieta del minestrone: Colazione: caffè. Spuntino: tè. Pranzo: minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchio verde. Merenda: tè o caffè. Cena: minestrone; 200 g di patate lesse con 10 g di burro. Variante: le patate con il burro possono essere sostituite da 350 g di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva.

    Dieta del minestrone: menù terzo e quarto giorno

    Gli ingredienti della dieta del minestrone sono naturalmente quasi tutta la tipologia di verdura che si traforma non solo in minestre ma anche in piatti da gustare come secondo piatto. Per il terzo e quarto giorno potrete seguire questi menu: strong>colazione: tè o caffè; pere e ananas. Spuntino: succo di frutta senza zucchero. Pranzo: minestrone; carote e carciofi crudi o cotti. Merenda: succo di frutta senza zucchero. Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia. Variante: le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti. Per il menu del quarto giorno della dieta del minestrone potrete iniziare a colazione con un cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; banane. Spuntino: tè o caffè. Pranzo: 200 g di yogurt magro; una banana. Merenda: tè. Cena: minestrone; un frappé preparato con 200 ml di latte e una banana. Variante: i 200 g di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta.

    Dieta del minestrone: fase finale

    Ecco la fase finale della dieta del minestrone. Il quinto giorno bevete 1,5-2 litri di acqua oligominerale. Colazione: caffè. Spuntino: tè. Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori. Merenda: tè. Cena: minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo). Il sesto giorno della dieta del minestrone prevede a colazione: caffè, spuntino: tè. Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore. Merenda: tè. Cena: minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle. Variante: a cena, al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto. Per l‘ultimo giorno della dieta del minestrone: a colazione il solito caffè mentre come spuntino: frullato dietetico senza zucchero. A pranzo: 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore. Merenda: succo di frutta senza zucchero. Cena: minestrone; barbabietole e cetrioli. Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata.

    Dieta del minestrone funziona?

    Ma la dieta del minestrone funziona? E soprattutto ha delle controindicazioni? Le opinioni sulla dieta del minestrone sono molto variegate. Come tutte le diete ipoproteiche e non del tutto equilibrate devono essere seguite con attenzione e per non più di una settimana tanto che esiste infatti anche una versione di dieta del minestrone di due giorni utile per sgonfiare e drenare liquidi e scorie in eccesso. Il rischio più grosso in cui ci si può imbattere è quello di improvvisare una dieta del minestrone mangiando solo questo piatto senza ingerire altri tipologie di alimenti. Per questo è importante inserire anche delle proteine, magre, nell’arco dei sette giorni per evitare di non perdere oltre al grasso anche muscoli a causa dello scarso apporto di proteine. La dieta del minestrone è consigliata a chi è in sovrappeso e chi vuole sgonfiarsi perché ha un’azione oltre che dimagrante anche disintossicante, permettendo un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue.

    Dieta del minestrone:mantenimento

    Come per tutte le diete drastiche che vanno seguite per pochi giorni proprio per evitare danni alla salute, è necessario prestare particolare attenzione per la fase successiva. Bisognerebbe infatti seguire una vera e propria fase di mantenimento della dieta del minestrone per evitare di riprendere tutti i chili persi una volta che si vanno a rientegrare alcuni alimenti come i carboidrati. Il rischio è quello di provocare confusione al metabolismo causando il tanto temuto effetto yo-yo, nemico di qualsiasi dieta. Cercate quindi di reintegrare gradualmente tutti gli ingredienti giorno dopo giorno iniziando da carboidrati integrali e in piccole dosi: iniziate per esempio ad aggiungere 30 grammi di riso integrale alla minestra del pranzo o un panino integrale di 30 grammi. Pian piano potrete arrivare a sostituire la minestra del pranzo con un piatto di pasta integrale da 70-80 grammi condita con verdura. A cena mantenete sempre la minestra o il passato di verdua e come secondo un piatto di proteine magre con verdura di contorno.