Come perdere 4 chili in due mesi: consigli, segreti e menù tipo

da , il

    Come perdere 4 chili in due mesi: consigli, segreti e menù tipo

    State già pensando a quale espediente ricorrere per dimagrire in vista della prova costume? Intanto potrete scoprire come perdere quattro chili in due mesi grazie a preziosi consigli, segreti e menù tipo a cui far riferimento. Nessuna dieta drastica ma un’alimentazione equilibrata da seguire però con costanza e senza sgarri. Ciò di cui avrete bisogno è solamente una consistente dose di forza di volontà per poter raggiungere il vostro obiettivo. Ecco allora tutti i segreti per perdere quache chilo in eccesso in otto settimane.

    Alimentazione equilibrata per perdere peso

    Per poter dimagrire è necessario rivolgersi ad un esperto ed evitare diete improvvisate e fai da te, deleterie per il nostro organismo. Eliminare drasticamente alimenti come la pasta, i grassi e altri ingredienti potrebbe rivelarsi un passo falso estremamente dannoso perché non solo rischierete di compromettere la vostra salute ma soprattutto perché, dopo un dimagrimento iniziale, potrebbe susseguirsi un recupero di tutti i chili persi causando il tanto temuto effetto yo-yo provocando anche rallentamenti al metabolismo. Se il vostro obiettivo è però quello di perdere poco peso gradualmente potrete seguire alcuni semplici consigli da considerare dei veri e propri tasselli di educazione alimentare. Alla dieta dovrete però cercare di integrare un’attività fisica costante di almeno due volte alla settimana e limitare, quasi, al massimo sfizi e vizi come cibo spazzatura, dolci troppo grassi, bevande gasate, zuccherate e alcoliche.

    Cosa mangiare per dimagrire

    Seguire un’alimentazione equilibrata significa trovare la propria dimensione nelle scelte a tavola tra ingredienti giusti, adatti per il proprio fisico e per la salute. Nei vostri menu per poter perdere in un paio di mesi quattro o cinque chili dovrà esserci una giusta proporzione tra carboidrati, proteine e grassi. Come proteine fate un mix tra quelle di origine animale e vegetali per evitare di esagerare con la carne, come carboidrati optate per quelli integrali mentre i grassi cercate di utilizzare solo quelli “buoni” eliminandoli quasi drasticamente nelle cotture. Per esempio l‘olio extra vergine d’oliva cercate di limitarlo in cottura e prediligetelo a crudo. Per ogni pasto cercate di utilizzarne solo due cucchiaini. Cercate di distinguere sempre i carboidrati e le proteine nei due pranzi principali della giornata e mangiare sempre una dose abbondante di verdura, che andrebbe mangiata possibilmente come primo piatto prima delle altre pietanze. Limitatevi ad un frutto a pasto per non esagerare con gli zuccheri e concedetevi uno spuntino leggero a metà pomeriggio per non arrivare troppo affamate alla sera.

    Menù tipo per perdere peso

    Il vostro menu giornaliero tipo potrebbe articolarsi in questo modo:

    A colazione una tazza di tè verde, ricco di antiossidanti e attivatore di metabolismo, con un caffè possibilmente non zuccherato e tre fette biscottate integrali con tre cucchiaini di marmellata o miele. Oppure uno yogurt magro con fiocchi d’avena, ricchi di fibre. Se amate la colazione salata potrete concedervi una fetta di pane integrale tostato con del formaggio magro spalmabile o una fetta di prosciutto cotto o tre fette di avocado. Variate menu ogni mattina per non stufarvi e stimolare sempre il vostro metabolismo.

    A pranzo: potrete concedervi un paio di volte alla settimana un bel piatto di pasta integrale tra i 70 e i 100 grammi conditi possibilmente con verdura, oppure del riso integrale, quinoa, miglio, farro o cous cous. Insalatone o proteine come 150 grammi di petto di pollo o 100 grammi di bresaola. Gli insaccati e il formaggio andrebbero mangiati una sola volta a settimana.

    A cena: via libera a zuppe e vellutate, a pesce o carne da cucinare però senza grassi e sempre accompagnati da verdura. Ottime le cotture al forno o al vapore. Una sera ogni sette – dieci giorni potrete anche concedervi una pizza perché non dovrete fare troppe rinunce, altrimenti getterete la spugna troppo presto.

    Spuntini e dessert: come spuntini potrete optare per un frutto o per un centrifugato detox a base soprattutto di verdura. Oppure uno yogurt o una manciata di fiocchi d’avena o, se siete golose, un quadretto di cioccolato fondente. Se ogni tanto sentite la necessità di uno sfizio dolce, potrete concedervi un piccolo dessert purché non sia grasso come per esempio un dolce al cucchiaio light.

    Dolcetto o scherzetto?