Come praticare fitwalking nel modo corretto

da , il

    fitwalking decalogo

    Il Fitwalking è davvero uno sport completo che può essere d’aiuto sia per coloro che non hanno un gran allenamento fisico, sia per chi invece desidera mantenersi in forma. Per praticare quest’attività, però, non è sufficiente camminare. Il campione olimpionico Maurizio Damilano ha messo a punto una tecnica ben precisa che semplificato in un decalogo. Ora vi passo le dieci regole: sono da imparare a memoria.

    La prima cosa da fare è “camminare seguendo un’immaginaria linea retta”, poi è fondamentale toccare il suolo con il tacco. Il piede va appoggiato a terra saldamente: questa non è una corsa. Poi bisogna “spingere con il piede in modo deciso e accentuato”.

    Il punto quattro prevede di muovere in modo energico le gambe nella fase di sostegno e di spinta e il cinque di muovere in modo naturale le anche e il bacino. Il fitwalking è una passeggiata sportiva ed è importante che il movimento sia fluido. L’atleta deve far oscillare le braccia, piegate ad angolo retto, per dare impulso alla camminata.

    Infine, le ultime tre regole: bisogna assecondare con le spalle il movimento delle braccia, mantenere il busto eretto e mantenere la testa diritta, ma senza irrigidirsi. La postura adeguata solleverà la schiena da eventuali dolori. Quante volte si può praticare? Tutte le volte che lo desiderate. Siate constanti con almeno due allenamenti da 20 minuti a settimana.