Come usare le spezie in cucina per restare in linea

da , il

    Le spezie migliori

    Non è novità che il sale e il troppo zucchero facciano male alla nostra salute, c’è un metodo per mantenere controllato il consumo di queste sostanze continuando però a mangiare saporito. Come? Ovviamente sostituendo il sale con le spezie. Proprio così. In oriente sono molto utilizzate, da noi un po’ meno. Impreziosiamo qualche piatto con alcuni profumi, ma niente più di questo. Credo che ci sia anche un po’ di ignoranza: non si conoscono molto bene. Facciamo così un viaggio nel mondo delle spezie e vediamo se riusciamo a diffonderne il consumo.

    Molto comune anche in Italia è il sesamo che è molto adatto per condire il pane, ma anche qualche torta salata. Per quanto riguarda la salute sembra essere molto utile nell’aiutare i problemi legati alla pressione. Il Timo, invece, è impiegato per profumare i sughi, ma anche l’olio (un po’ come si utilizza il peperoncino).

    Cannella è un delizioso aroma nei dolci. Buonissimo sulla panna, nei biscotti e nei dolci. Insieme allo zenzero è molto usato nei Paesi del Nord Europa. È ideale anche sulla frutta cotta o in alcuni piatti salati a base di riso. Il coriandolo, invece, è un po’ più complesso, ma un velo pesce, carne e verdure può esaltare il vostro piatto. A me piace molto sulla verdura saltata in padella.

    Il finocchio si utilizza molto per aromatizzare gli arrosti con carni dal sapore intenso, come le porchette o molto buono anche sui bolliti. Se volete un profumo più fresco potete usare il Dragoncello, molto leggero e delicato sulle insalate o anche sui piatti freddi pesce. L’Aneto, infine, può essere aggiunto ai formaggi spalmabili per creare crostini originali, ma anche alle uova sode o creme di fagioli.