Diabete, il 13% della popolazione è a rischio

da , il

    test diabete sport

    Il rischio diabete è sempre più pressante. Circa il 13 per cento della popolazione potrebbe ammalarsi e in Italia si contano già 3 milioni di persone con questa malattia. Questi sono i dati emersi da un’indagine condotta da Tns Gallup che ha messo in luce diverse problematiche: prima cosa solo il 50% delle persone sa che il diabete può provocare disturbi cardiaci e il 58%, nonostante sia consapevole dei rischi che sta correndo, continua a condurre una vita sedentaria.

    La maggior parte, infatti, fa meno di 3 ore di moto a settimana. E con queste 3 ore non s’intendo solo i momenti di palestra (magari!), ma anche le semplici camminate. L’Abc della prevenzione, tra l’altro, va imparata da ragazzini, perché condurre una vita sana dall’infanzia è un buon modo per proteggersi.

    Massimo Massi Benedetti e Renato Giordano sono gli autori del libro ‘Scacco al diabete’. Hanno commentato in questo modo la tendenza diffusa negli ultimi 10 anni. “L’ignoranza intorno alla malattia è ancora tanta e non c’è la dovuta attenzione sull’importanza dell’attività fisica. Ricordiamo che per fare movimento non serve necessariamente andare in palestra, basta parcheggiare la macchina a un chilometro di distanza dall’ufficio”.

    Inoltre, bisogna imparare a conoscere il cibo: sapere che cosa mangiare e in che misura è fondamentale per condurre una vita normale. Nel libro, i due esperti danno consigli pratici per aiutare il malato ad affrontare il diabete. Anche se i dati fanno parecchia impressione, dobbiamo ricordare che la malattia uccide una persona ogni 8 secondi, 4 milioni di persone all’anno.