Dieta a ottobre: mangiar sano e light in autunno [FOTO]

da , il

    Dieta a ottobre: come mangiar sano e light in autunno? Con l’arrivo degli ultimi mesi dell’anno, la prova costume è terminata già da un pezzo e, nel frattempo, forse ci siamo lasciate andare un po’. Sebbene vestire grandi maglioni oversize possa aiutarci a nascondere qualche chilo di troppo, non c’è dubbio che tornare in forma sarebbe benefico non solo per l’organismo ma anche per la nostra autostima! La dieta autunnale è la soluzione ideale per prenderci cura di mente e corpo. Allora, cosa portare in tavola o in borsetta per la merenda da consumare fuori? Vediamo insieme cosa scegliere per la dieta autunnale dimagrante.

    Alimentazione equilibrata

    Il grigiore delle giornate uggiose e la fine della spensieratezza estiva, spesso porta con sè alcuni disturbi alimentari che si aggiungono a stress, sonnolenza, mancanza di concentrazione e malumore. Seguire una dieta dell’autunno equilibrata, ci consente di depurare l’organismo e ritrovare la silhouette di un tempo. Cosa mangiare? Prima di tutto, bisogna riacquistare l’abitudine di consumare cibi ricchi di fibre che regolano il transito intestinale e apportano numerosi benefici all’organismo. A colazione, preferite un frutto a merendine confezionate o altri snack! Le quantità sono da limitare come in qualunque altra dieta ma per quanto riguarda le tipologie, i mesi autunnali offrono una grande varietà di frutti: potete scegliere tra uva, fichi, melograni, cachi, mele, pere, arance ecc.

    Cosa mangiare

    A tavola, non devono mancare pure le verdure: broccoli, zucche, bietole, spinaci, cavoli e verze, oltre a carote, finocchi, porri e radicchio. Per evitare il rischio di stancarvi ben presto e abbandonare immediatamente i vostri propositi, variate il più possibile frutta e vegetali. Nella dieta di autunno, ricordatevi di consumare delle carni bianche a cena, se durante il pranzo preferite verdure e carboidrati come pasta o riso. In alternativa, potete optare per ricette light con il pesce oppure uova, preferibilmente entro le 20.00 per dare la possibilità al nostro organismo di metabolizzare il cibo. Per lo spuntino e la merenda, scegliete sempre un frutto (diverso da quello consumato a colazione) oppure una porzione di cruditès. Infine, per soddisfare anche l’umore, imparate a giocare con i colori degli alimenti e preparate le vostre pietanze esaltando, sul piatto, i colori accesi dei melograni, l’arancione della zucca e delle carote, il marrone delle castagne e il giallo delle patate. In breve tempo, riacquisterete il buonumore… anche se fuori piove!