Dieta addio: la rivincita delle donne rotonde nel libro “Bella tutta! I miei grassi giorni felici” di Elena Guerrini

da , il

    Guerrini Bella tutta

    Dire addio alle diete dimagranti per accettarsi anche con qualche chilo in più? Questa è la teoria di Elena Guerrini, scrittrice di Grosseto che ha recentemente pubblicato il libro «Bella tutta! I miei grassi giorni felici» (Garzanti). Per smorzare immediatamente le polemiche, l’autrice tiene a precisare che il libro «non è un inno all’ obesità, ma un invito ad accettarsi come si è». Seguire una dieta per essere sane e in forma è sempre una buona cosa ma purtroppo sappiamo bene come moltissime donne, vip in testa, spesso seguono delle diete da fame per ottenere una linea ai limiti dell’anoressia.

    La scrittrice infatti si definisce “morbidamente bella”: ora ha imparato ad accettarsi dopo avere provato “tutte le diete possibili; facendo un bilancio, dopo quindici anni di privazioni, ho perso 310 chili e ne ho ripresi 325”.

    “Quando sono rimasta incinta, avevo la pancia ma non perché ero grassa” racconta la scrittrice che da qual momento ha deciso di accettarsi per come era.

    Il suo libro è una storia autobiografica che, al di là della vita della scrittrice, dovrebbe far capire alle donne che non tutte, e non è neanche auspicabile che lo sia, possono ottenere e mantenere una taglia 40. Anche una donna morbida, con un taglia 46 può essere felice e in salute.

    Elisa Guerrini però ci tiene a precisare che il libro “Non è un’esaltazione dell’obesità ma piuttosto il consiglio di accettarsi come si è, senza credere che la felicità risieda nella magrezza. Il fidanzato Giovanni detto Volpe le dice: anche la mano vuole la sua parte. Insomma basta alla dittatura della taglia 42. Ma il discorso si può estendere dai problemi di peso all’ossessione per il corpo in tutti i suoi aspetti”.

    Non possiamo che condividere in pieno la sua visione della vita!