Dieta dell’uva per dimagrire, cosa c’è da sapere

da , il

    Come funziona la dieta dell’uva per dimagrire? Vi spieghiamo cosa c’è da sapere su questo regime alimentare basato essenzialmente sul consumo di uva. Gli effetti benefici del frutto sono molteplici e vanno dall’azione protettiva per la pelle, nei confronti dei raggi solari, fino a quella disintossicante per l’organismo. L’aspetto decisamente più interessante per tutte le donne che desiderano ritornare in forma, è che la dieta dell’uva consente di perdere peso. Come fare? Seguite i nostri consigli per saperlo!

    Durata

    La durata della dieta dell’uva non si estende ad un periodo più lungo di due settimane. Come ogni regime alimentare basato sul consumo di un cibo ben preciso, può causare carenze e squilibri sul lungo periodo. Una o due settimane sono ideali per smaltire i liquidi in eccesso e favorire l’eliminazione delle tossine. Per chi ha bisogno solo di sgonfiarsi un po, c’è anche la dieta dell’uva di tre giorni oppure di un giorno.

    Benefici

    L’uva può essere annoverata fra i migliori cibi drenanti da consumare in estate : è un vero toccasana per depurare l’organismo e riacquistare le energie. Rappresenta anche un’ottima soluzione per ottenere una silhouette slanciata e rendere la pelle luminosa. Inoltre, la presenza di numerose sostanze antiossidanti permette di ridurre la formazione di radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento!

    Come funziona

    La dieta dell’uva richiede il consumo del frutto 5 volte al giorno. I nutrizionisti suggeriscono di non superare i 500 grammi, assumendo la prima metà a digiuno, al mattino. La parte restante va divisa nell’arco della giornata. Allo stesso tempo, è necessario eliminare dalla propria alimentazione tutti i cibi difficilmente digeribili, le bevande gassate, gli alcolici e le altre tipologie di frutta. Per completare il menù giornaliero si possono consumare pane, fette biscottate, verdura e crackers integrali.

    Menù

    A colazione preparate un centrifugato a base di uva, per lo spuntino uno yogurt con 4 acini d’uva; a pranzo 100 gr di uva e una porzione di insalata, a merenda 1 grappolo d’uva, per cena un passato di verdure o un minestrone e una macedonia di uva bianca e rossa.

    Controindicazioni

    E’ importante non eccedere nel consumo dell’uva perché si tratta di un frutto molto zuccherino e, quindi, potrebbe far ingrassare se le dosi della dieta non fossero rispettate. Valgono le stesse raccomandazioni per la dieta liquida ossia non è possibile prolungare il regime alimentare oltre il periodo stabilito.