Dieta dello sciatore: i consigli per affrontare le piste

da , il

    Ecco uno sciatore

    Siete pronti a partire per la neve? Qualcuno di voi è di sicuro già sulle piste a surfare con lo snowboard o a divertirsi con gli sci. Beati voi! Non dimenticatevi però che i bravi sportivi, oltre ad avere una preparazione fisica adeguata, devono anche seguire un’alimentazione opportuna. È inutile quindi mettersi scarponi e sci ai piedi e poi avere le gambe molli o essere senza energia, si diventa pericolosi per sé e per gli altri. Quindi cercate di seguire questi consigli alimentari e divertitevi. Vi riporto di seguito le indicazioni di Sanihelp studiate dal dottor Salvatore Ripa, dedicata proprio agli sciatori.

    Al mattino ci vuole un’abbondante colazione, a base di carboidrati: bisognerebbe assumere dagli 8 ai 10 biscotti secchi oppure delle fette biscottate con marmellata, qualche mattina anche un cornetto vuoto, una spremuta di 2 arance, uno yogurt magro alla frutta.

    Se prima di pranzo si avverte lo stimolo della fame non vanno mai assunti snack ipercalorici, ma bisogna orientarsi invece verso uno yogurt magro alla frutta, un frutto o un pacchetto di cracker.

    Pranzo, così come a cena, non bisognerebbe mai consumare un pasto completo;a pranzo bisognerebbe orientarsi verso un primo e un contorno e a sera verso un secondo e un contorno.

    Vanno evitati gli alcolici, gli aperitivi e i liquori vari che favoriscono la ritenzione idrica, il gonfiore addominale, riducono la prestazione fisica e fanno sentire di più il freddo; se proprio non si riesce a rinunciare è ammesso un bicchiere di vino bianco secco ai pasti.

    Dolcetto o scherzetto?