Dieta di Kate Moss: i trucchi svelati dalla nutrizionista

da , il

    Dieta di Kate Moss: i trucchi svelati dalla nutrizionista

    Quante volte avrete esclamato di desiderare un corpo tonico, asciutto e scolpito come quello di Kate Moss? Da oggi il vostro sogno incomincia a prendere forma perché potrete impegnarvi seguendo la sua dieta. A svelare i consigli e o segreti dell’alimentazione della modella inglese è stata la nutrizionista Amanda Hamilton che promette, sulle pagine del Dailymail, di poter arrivare a perdere addirittura due chili in una settimana grazie ad un regime alimentare volto alla depurazione e disintossicazione. Scopriamo allora i consigli dalla dieta di Kate Moss.

    I consigli detox di Amanda Hamilton

    Amanda Hamilton assicura risultati soddisfacenti in poche settimane. E noi siamo tutte orecchie, curiose di apprendere tutti i suoi consigli e trarne benefici per il nostro fisico. Le tre regole fondamentali da seguire nel piano alimentare di Kate Moss sono: eliminare tutti gli ingredienti che possono irritare l’intestino come per esempio il grano, aumentare il consumo di alimenti che aiutano la digestione come gli asparagi e le banane e diminuire per gradi zuccheri e carboidrati.

    I consigli di Kate Moss per una pancia piatta

    La nutrizionista Amanda Hamilton suggerisce poi di bere tanta acqua, tisane e limitare l’assunzione di caffeina prima delle 14. Alla mattina sono consigliati centrifugati detox, ideali per depurare e combattere la cellulite, specialmente a base di banane perché contengono pectina e fibre che, agendo come probiotici, stimolano la flora batterica per l’intestino e producono gli enzimi digestivi per aiutare ad assorbire le sostanze nutritive e sgonfiare la pancia.

    La dieta di Kate Moss: lo schema settimanale

    Ecco una settimana tipo secondo la nutrizionista Amanda Hamilton.

    Lunedì

    Colazione: frullato di frutti di bosco e banana, 1 vasetto di yogurt bianco, mezzo cucchiaio di avena senza glutine. Pranzo: un’insalata di asparagi e mozzarella. Spuntino: 1 mela e 60 grammi di frutta secca con tre cucchiai di salsa Tamari. Cena: pollo cajun e insalata di cavolo.

    Martedì

    Colazione: frullato di avocado, banana, mezza tazza di yogurt naturale, estratto di vaniglia. Pranzo: pollo, peperoni arrosto, feta sbriciolata e spinaci. Spuntino: palline di torta alle carote. Cena: pollo e verdure saltate in padella.

    Mercoledì

    Colazione: frullato con 35 g di mirtilli, una banana, uno yogurt naturale e un cucchiaio di avena senza glutine. Pranzo: avanzi del pollo e delle verdure saltate in padella. Spuntino: vasetto yogurt greco o yogurt naturale. Cena: parmigiana di melanzane.

    Giovedì

    Colazione: Frullato di banana, un cucchiaio di burro di arachidi, un cucchiaino di cannella e mezzo vasetto di yogurt greco. Pranzo: insalata di zucca. Spuntino: palline di torta alle carote. Cena: Chilli.

    Venerdì

    Colazione: punch con mezza tazza di fragole, una piccola banana, un lime (senza buccia e senza semi) e una mezza tazza di tofu. Pranzo: Chilli avanzato. Spuntino: focaccia d’avena e sardine Cena: pizza di cavolfiore.

    Sabato

    Colazione: punch di mele caramellate alla cannella e noci. Pranzo: fagioli al pomodoro. Spuntino: bicchiere di vino. Cena: salmone marinato con peperoni ripieni.

    Domenica

    Colazione: omelette di salmone affumicato salmone. Pranzo: arrosto della domenica. Spuntino: pancake alla banana. Cena: zuppa tailandese.

    I consigli di Kate Moss da non seguire

    Kate Moss ha sempre suscitato molto scalpore per la sua magrezza eccessiva e per le sue dichiarazioni in merito alla sua alimentazione fatta di diete drastiche estremamente ipocaloriche e a base di tisane pericolosissime per la salute da cui prenderne quindi le distanze. Quelli svelati da Amanda Hamilton sono consigli da seguire per breve tempo giusto per disintossicare e deputare l’organismo anche perché ricordatevi sempre che le diete sono assolutamente personali che devono essere preparate da esperti tenendo conto delle esigenze e della salute individuale.