Dieta genetica: come funziona ed esempi alimentari

da , il

    La dieta genetica funziona

    Dieta genetica: vi spieghiamo come funziona e gli esempi alimentari. Il nuovissimo approccio al dimagrimento aiuta a perdere i chili di troppo che non vogliono andar via. Soprattutto nei periodi in cui si avvicina la prova costume o si ha la necessità di ritornare presto in forma, è possibile trovare il giusto regime per dimagrire ma soprattutto per non recuperare in pochissimo tempo i chili persi. La dieta genetica funziona davvero? Ci sono molte opinioni a riguardo ma senza dubbio va sottolineato che si tratta di un regime personalizzato e personalizzabile, diverso per ogni persona e per ogni tipo di problema.

    Come funziona

    Come avrete capito dal nome di questo regime dietetico, il dimagrimento è dato dallo studio del DNA di ogni persona. Ecco perché, secondo i suoi inventori, si tratterebbe di un regime personalizzato e studiato sulle esigenze di ogni singolo individuo. Sulla base del principio che la dieta à scritta sostanzialmente nel DNA, ci si dovrà sottoporre ad un test sul patrimonio genetico. Gli esami vengono fatti semplicemente prelevando un po’ di saliva. Ci sono diverse ricerche che supportano questo tipo di dieta: non ultima quella svolta dalla Stanford University di Palo Alto, California, che è pervenuta alla conclusione che una dieta basata sul nostro DNA è sicuramente tra le migliori e le più durature.

    Gli esempi

    La dieta genetica inoltre punta a mantenere il più possibile le abitudini pregresse del paziente: questo significa non stravolgere i suoi gusti e le sue preferenze alimentari ma semplicemente adeguarli a quanto richiesto dalla dieta alla luce dei risultati dei test del DNA. In Italia questo regime alimentare è stato elaborato dall’équipe della DNASlim. Il costo della dieta genetica può variare molto, da centinaia a migliaia di euro. Per quanto riguarda gli esempi, considerate che ogni dieta sarebbe personalizzata e soprattuto varia, gustosa e semplice da seguire. Ciascuna si basa sulle informazioni relative ai 12 geni responsabili del metabolismo di grassi e zuccheri. Questi spiegano il nostro modo di bruciare calorie, immagazzinare il grasso e costruire il tessuto muscolare. A seconda del caso, potrà essere necessario consumare porzioni abbondanti di legumi, utili per dimagrire e per il benessere perché aiutano il fegato a smaltire le tossine. Oppure, si potrà puntare su prodotti ad alto contenuto di carboidrati, preparati con farina integrale.