Dieta Gift, menù settimanale: dalla colazione alla cena

Scopriamo cos'è e come funziona la dieta Gift, il menù settimanale dalla colazione alla cena per rimettersi in forma seguendo i consigli di questo regime dietetico alternativo. La dieta Gift è stata ideata da Luca Speciani e cerca di far dimagrire attraverso l'uso dei cosiddetti segnali biologici, evitando l'ossessione per il controllo calorico.

da , il

    Dieta Gift, menù settimanale: dalla colazione alla cena

    Scopriamo il menù settimanale della dieta Gift, dalla colazione alla cena. Gift è acronimo di gradualità, individualità, flessibilità e tono, un sistema alimentare ideato da Luca Speciani che fa dimagrire in modo diverso dal solito, evitando l’ossessione per il controllo calorico. Cerchiamo di capire come funziona la dieta Gift, in cosa differisce dalle diete dimagranti a cui siamo abituati e qual è il menù settimanale da seguire per ottenere risultati.

    Dieta Gift: come funziona

    Come funziona la dieta Gift? Ideata da Luca Speciani, questa dieta normocalorica e normoproteica non prevede il controllo calorico ma cerca di favorire il benessere attraverso l’uso dei cosiddetti segnali biologici, che rappresentano il modo in cui interpretiamo comportamenti e strategie di dimagrimento.

    Se per esempio si mangia cibo salutare, i segnali biologici che riceviamo sono positivi mentre se mangiamo cibi spazzatura, i segnali biologici indicano malattia. Attraverso la dieta Gift si cerca di inviare segnali biologici positivi al corpo, in modo da riportarlo all’equilbrio e riattivarne il metabolismo, che secondo questa dieta è la via essenziale per perdere peso.

    In tale ottica il corpo, se si seguono alcuni suggerimenti semplici ma buoni, è in grado di regolarsi da sè.

    La dieta Gift si basa su alcune regole importanti, eccole elencate di seguito:

    • abbinare proteine e carboidrati
    • controllo glicemico
    • distribuzione corretta dei pasti
    • consumo di frutta e verdura a piacere
    • controllo delle intolleranze
    • assunzione di acqua e fibre
    • interpretazione di comportamenti e strategie nel loro significato biologico
    • masticazione lenta
    • attività fisica regolare
    • riduzione del cibo spazzatura
    • assunzione di cibo di qualità
    • prendersi cura dei batteri buoni dell’intestino
    • miglioramento dell’equilibrio psicofisico perché al centro di tutto c’è l’individuo

    Alcuni cibi inoltre vengono consigliati mentre altri sono assolutamente vietati. Tra i primi ricordiamo i cereali integrali, gli affettati, la carne, il pesce, le uova, i legumi, il miele e le marmellate senza zucchero, i latticini da latter intero, la frutta e la verdura.

    Tra i cibi vietati si annoverano gli alcolici, le farine raffinate, i prodotti zuccherati, le bibite, i prodotti con grassi idrogenati. Durante i vari pasti è possibile ricorrere a quello che viene chiamato monopiatto, in cui proteine, carboidrati e fibre sono bilanciati.

    In generale ricordate che la dieta Gift privilegia cotture semplici con poco olio extravergine di oliva. Inoltre nei vari pasti sono quasi sempre consigliati un alimento a base di carboidrati a basso indice glicemico, uno a base di proteine, frutta e/o verdura.

    In generale si può quindi affermare che la dieta Gift è un vero stile di vita, oltre a un regime alimentare, in cui il dimagrimento non può prescindere dalla salute e dal benessere psicofisico della persona, di cui anzi è una diretta conseguenza.

    Dieta Gift: colazione

    La colazione nella dieta Gift dev’essere sostanziosa, ecco un esempio:

    • 1 tazza di latte
    • 1 caffè
    • 1 yogurt
    • frutta a scelta
    • 2 fette biscottate con marmellata non zuccherata
    • 1 uovo

    Dieta Gift: pranzo

    Il pranzo della dieta Gift è più leggero rispetto alla colazione e in questo caso si può anche optare per il monopiatto citato in precedenza, che apporta proteine, carboidrati e fibre a sufficienza senza appesantire il corpo. Oppure potete fare un pranzo leggero a base di:

    • pasta al pomodoro con formaggio grattugiato
    • petto di pollo alla piastra con contorno di spinaci, condito con olio extravergine di oliva

    In alternativa un altro pranzo potrebbe essere basato su:

    • fagioli e patate lessi
    • bistecca di vitello con contorno di asparagi conditi con olio extravergine di oliva

    Dieta Gift: cena

    La cena nella dieta Gift non è troppo pesante e privilegia il pesce. Ecco un esempio:

    • filetto di pesce in padella con contorno di zucchine
    • pane di segale

    Sempre a cena potreste consumare anche merluzzo al vapore con contorno di lattuga e pane di segale. Di sera privilegiate al posto dell’olio di oliva, quello di arachide.

    Dieta Gift: spuntini

    Gli spuntini della dieta Gift sono di frutta e se a metà mattinata sono indicati mele e kiwi, a metà pomeriggio ci si può concedere arance, mandarini o pere.