Dieta in montagna, il cibo ideale da mangiare per bruciare al meglio le calorie

Qual è il cibo ideale da mangiare per bruciare al meglio le calorie durante la dieta in montagna? Già di per sè la montagna è alleata delle diete dimagranti perché permette di fare molto movimento, camminate su sentieri e trekking per chi lo desidera. Ma quali sono gli alimenti da consumare per ottimizzare i risultati e dimagrire? Ecco i migliori.

da , il

    Dieta in montagna, il cibo ideale da mangiare per bruciare al meglio le calorie

    Scopriamo il cibo ideale da mangiare per bruciare al meglio le calorie con la dieta in montagna. Premesso che la montagna è alleata della dieta dimagrante perché è il luogo ideale in cui concedersi lunghe camminate e fare sport ad alta quota, è fondamentale occuparsi anche dell’alimentazione, seguendo alcuni accorgimenti a partire dalla colazione fino a cena. Scopriamo quindi qual è il cibo da montagna più indicato per bruciare calorie e rientrare in perfetta forma.

    Alimentazione in montagna

    L’alimentazione in montagna più adatta per la dieta non dev’essere troppo leggera perché, soprattutto se fate sport, è indispensabile avere sufficienti energie per affrontare la giornata. Privilegiate a colazione cibi ricchi di carboidrati come pane, fette biscottate spalmate con marmellata o miele, abbinati con una buona tazza di latte.

    A pranzo può bastare un panino per non appensatirsi troppo, a metà pomeriggio l’ideale è consumare qualche cracker o della frutta fresca.

    Se il pranzo è stato leggero e avete camminato un bel po’, a cena potete concedervi qualcosa di più assaporando i cibi tipici della montagna come polenta, carne di cervo o cinghiale, fonduta, canederli e quant’altro. L’importante è non esagerare con le quantità.

    Quanto si cammina in montagna?

    Quanto si cammina in montagna e quante calorie perdiamo? Molto dipende dal tipo di sentieri che si intende percorrere. Esistono infatti itinerari di varia tipologia, da quelli su sterrati di montagna agli itinerari escursionistici su passaggi rocciosi, o ancora sentieri scoscesi e terreni impervi.

    A seconda della scelta, oltre a dover portarsi attrezzatura apposita, è importante variare anche la dieta. Ovvio che una camminata più impegnativa richiede maggiore apporto calorico. Per quanto riguarda il modo di camminare, l’ideale è posizionarsi con i piedi e il bacino ruotati di lato rispetto alla linea di salita per mantenere il contatto col terreno.

    Le calorie del camminare in montagna dipendono da tutta una serie di fattori: pendenza del sentiero, ore di camminata, velocità, è impossibile calcolarle senza tenere conto di queste variazioni. In ogni caso è chiaro che il consumo calorico di una giornata trascorsa a camminare è superiore rispetto a una giornata seduti in ufficio.

    Cosa portare da mangiare in montagna

    Cosa portare da mangiare in montagna? Se avete intenzione di partire per una lunga passeggiata e non prevedete pause lungo il percorso, l’ideale è portare con voi il cibo da consumare strada facendo.

    La frutta è sicuramente indispensabile perché fornisce zuccheri al momento del bisogno ed è perfetta come snack a metà mattina o nel pomeriggio. Inoltre si conserva facilmente e non richiede necessariamente di stare al fresco.

    Per quanto riguarda il pranzo meglio non appesantirsi troppo e mangiare un panino ben farcito con prosciutto, pomodori e insalata. Evitate però le salse, meglio piuttosto aggiungere una fetta di formaggio. Ovviamente non potrà mancare dell’acqua mentre è meglio evitare bevande frizzanti. In alternativa potreste optare per quelle energizzanti. Anche il tè zuccherato disseta senza appesantire.

    Alimentazione per trekking

    L’alimentazione per il trekking di più giorni dev’essere bilanciata in modo da trovare un equilibrio tra apporto energetico, peso e digeribilità.

    In generale una giornata di trekking fa consumare il triplo del normale ed è un dato importante da considerare prima della partenza. Sicuramente i carboidrati sono importantissimi sia prima che durante il trekking, li trovate nella pasta, nel pane, nel riso. Fondamentali anche gli zuccheri per i muscoli, come quelli che trovate nella frutta, anche secca, e nei farinacei.

    Le proteine non sono altrettanto importanti dal punto di vista energetico ma contengono aminoacidi utili per la formazione delle cellule. Quindi è bene consumare anche carne, pesce, formaggi, uova, legumi, che tuttavia non dovranno superare il 30% del pasto giornaliero.

    Per quanto riguarda l’apporto di vitamine, l’ideale è integrarle durante il trekking con integratori multivitaminici. Inoltre la sera prima di partire ricordate di mangiare cibi che contengano sufficienti carboidrati, verdura e frutta in quantità, e di bere molta acqua.

    Durante il trekking, gli spuntini potranno includere biscotti, cioccolata, fette biscottate.

    Dolcetto o scherzetto?