Dieta liquida per dimagrire: cosa mangiare e come funziona

Vi spieghiamo in cos'è la dieta liquida per dimagrire, come funziona e cosa mangiare per perdere peso!

da , il

    Centrifugato di zucchine

    Per dimagrire la dieta liquida è un vero toccasana! Non la conoscete? Vi spieghiamo cosa mangiare e come funziona questo programma alimentare, tra i più amati dalle star! Può essere seguito per un solo giorno o più, ma bisogna prestare attenzione ad alcune raccomandazioni! Seguite i nostri suggerimenti per scoprire cosa c’è da sapere sulla dieta liquida!

    Durata

    Centrifugato

    Quanto dura la dieta liquida? La sua durata non può essere iterata per troppo tempo perché si rischia di causare gravi squilibri alimentari, carenze proteiche e altri problemi. Si può scegliere di dedicare un solo giorno della settimana a questo programma alimentare oppure si può seguire al massimo per una settimana.

    A cosa serve

    Dieta e sovrappeso

    La dieta liquida è dimagrante e consente di perdere alcuni chili troppo ma è consigliata per le donne in sovrappeso. Non si tratta, dunque, di un’alimentazione da seguire, ad esempio, per rimettersi in forma per la prova costume, perdendo pochi chili. Inoltre, la dieta liquida è utile all’organismo perché svolge un’azione disintossicante.

    Alimentazione

    Centrifugato di carote

    Come anticipato dalla sua definizione, la dieta si basa su un’alimentazione liquida. Lascia spazio a minestre, zuppe, centrifugati di frutta e verdura e frullati, mettendo invece al bando tutti i cibi solidi. In alcune sue varianti è consentita l’introduzione di alimenti che hanno una certa consistenza come cereali e fibre.

    Come funziona

    Dimagrire

    Attraverso il consumo di centrifugati e minestre, si riducono notevolmente le quantità di grassi e carboidrati introdotti con la dieta, con la conseguenza che l’organismo attinge direttamente dai depositi di grasso per ricavare energia.

    Menù

    Dieta liquida menù

    Si mangiano ogni giorno cibi liquidi. L’aspetto positivo possiamo riconoscerlo nella possibilità di consumare le quantità desiderate, senza preoccuparsi delle calorie. Nel programma di una settimana, si distinguono due fasi. Il menù dei primi tre giorni si compone di cipolle, cavolo, zucchine, verza, spinaci e bietole. Sono esclusi tutti i cibi che contengono carboidrati e quindi patate, legumi, carote. No anche a banana e albicocche. Negli ultimi tre giorni si può introdurre la frutta esclusa inizialmente e le altre tipologie di verdura.

    Vantaggi e svantaggi

    dieta liquida pro e contro

    La dieta liquida può essere ripetuta anche più di una volta nel corso dell’anno ma non può assolutamente essere seguita per molto tempo perché troppo restrittiva.