Dieta Low Carb: effetti, esempi e menù [FOTO]

da , il

    La dieta low carb, come suggerisce il nome, è un regime a basso tenore di carboidrati, come la dieta metabolica e il celebre metodo Atkins. Gli effetti sono molto apprezzati da chi segue i menù a basso contenuto di carboidrati e questi regimi alimentari stanno tornando di moda come metodo per dimagrire, ma anche come stile di vita. Diminuendo il consumo di carboidrati (ma assolutamente non eliminandoli del tutto!) si riducono le calorie: eliminando dai nostri pasti parte di queste sostanze saremo più portati a mangiare delle proteine e, visto che i cibi di questo tipo sono meno appetibili, ne ingeriremo comunque una quantità inferiore.

    La dieta low carb per dimagrire

    Si può definire low carb una dieta che fornisce meno di cento grammi di carboidrati al giorno e che prevede circa il 50-60% di lipidi, 20-30% di proteine e meno del 30% di carboidrati, proprio come la Atkins, la metabolica, la Scarsdale e la South Beach. Moltissimi professionisti utilizzano le diete low carb, poiché garantiscono un dimagrimento rapido soprattutto all’inizio, cosa molto gradita ai clienti. Le diete low carb però possono anche diventare un vero e proprio stile di vita: esiste infatti una corrente di pensiero che promuove questi modelli alimentari per la vita, nella convinzione che ci siano vantaggi tangibili in termini di linea e di salute. Diminuire i carboidrati e consumarli soprattutto integrali sarebbe infatti un toccasana per il benessere, per la salute e per la linea. Un problema di questo tipo di diete, sconsigliate anche dalla maggior parte dei nutrizionisti, è che non sono bilanciate dal punto di vista nutrizionale e che rischiano di creare problemi alla salute. Anche Rihanna, che è una seguace di questo regime e ha perso molto peso in poco tempo, anche se la star cerca sempre di integrare la sua alimentazione con dei carboidrati integrali facendo anche tanto esercizio fisico.

    Dieta low carb, esempi e menù

    Un tipico menù della dieta low carb comprende a colazione delle omelette con verdure saltate in padella, a pranzo uno yogurt con mirtilli e una manciata di mandorle e a cena un cheeseburger senza pane, con verdure in padella come contorno. Un alto menù giornaliero invece prevede a colazione del caffè, uova e pancetta, un’insalata di pollo con dell’olio d’oliva e a cena delle costolette di maiale con verdure. Con un’alimentazione del genere il dimagrimento è effettivamente notevole nei primi periodi di dieta ma il consiglio dei nutrizionisti è quello di evitare questa regime come stile di vita: ricordiamo infatti che il modo migliore e più sano per perdere peso è quello di mangiare un po’ di tutto, semplicemente limitando le calorie.