Dieta Plank: funziona davvero? 10 trucchi per capire se fa per te

La dieta plank è un dieta dimagrante veloce che permette di perdere 9 Kg in sole 2 settimane. Il menu settimanale è però molto ristretto e si tratta di una dieta iperproteica e ipocalorica che non è adatta a tutti: vediamo 10 trucchi per capire se è la dieta dimagrante che fa per voi!

da , il

    foto princ

    La dieta Plank funziona davvero? 10 trucchi per capirlo. Questo regime alimentare dimagrante e ipocalorico prevede la totale eliminazione di carboidrati e fibre, quindi pane, pasta, grissini e cracker, di alcolici, bibite e zuccheri, a favore di proteine animali e verdure. Il menu settimanale della dieta Plank è molto ristretto in termini di calorie e anche molto rigido: non è possibile infatti effettuare sostituzioni o modifiche alle indicazioni, che vanno seguite alla lettera se si vogliono ottenere i risultati promessi. Il dimagrimento che si può ottenere con la dieta plank è di ben 9 chili in 2 settimane di dieta dimagrante; possiamo infatti considerarla una dieta veloce perché il menu settimanale va seguito per due settimane consecutive, al termine delle quali è previsto un periodo di mantenimento. Ora che vi abbiamo spiegato brevemente come funziona la dieta plank, ecco qualche trucco per capire se si tratta di un regime alimentare adatto a voi. Prima di continuare a leggere, sappiate però che il parere di nutrizionisti e dietologi è abbastanza unanime: anche se si tratta di una dieta dimagrante davvero efficace, sono in molti a ritenere che non si tratti di una dieta equilibrata e che l’apporto nutritivo sia fortemente sbilanciato. Vediamo quindi come capire se la dieta plank fa per voi!

    Sei vegetariana?

    verdure_dieta_plank

    Come avrete potuto intuire dalla breve descrizione della dieta plank che vi abbiamo appena fornito, si tratta di una dieta iperproteica che si basa essenzialmente sul consumo di proteine animali: durante le due settimane di dieta plank si consumano bistecche, pollo, pesce e prosciutto cotto in grande quantità. Il fatto che non sia possibile modificare alcun alimento e che la dieta plank vada seguita alla lettera, la rende quindi ovviamente inadatta a chi segue un’alimentazione vegetariana o vegana (sono previste anche uova e formaggio; un vegano non mangerebbe praticamente niente per due settimane!). Se questo è il vostro caso, lasciate perdere la dieta plank e scegliete un regime dimagrante che si basi su verdure e proteine vegetali.

    Pratichi sport?

    dieta_plank_sport

    Se siete amanti dello sport e praticate una regolare attività fisica, magari quotidiana e di una certa intensità, la dieta plank non rappresenta una buona opzione per voi; si tratta infatti di una dieta particolarmente povera di calorie, si parla di circa 900 calorie giornaliere, che sono davvero poche per chiunque di noi. Chi pratica esercizio fisico, soprattutto se a livello agonistico, non può certo affrontare lo sforzo fisico e le attività giornaliere introducendo nel proprio organismo così poche calorie: non a caso, la dieta plank originale non prevede alcun tipo di sport da abbinare al regime alimentare dietetico. Ecco perché, se volete praticare sport durante una dieta dimagrante (cosa che è altamente consigliata), la dieta plank non funziona per voi.

    Hai il colesterolo alto?

    dieta_plank_colesterolo

    Questo rappresenta un aspetto particolarmente importante da tenere in considerazione perché entra in gioco la salute. Vista la grande abbondanza di uova, carne e pesce, tutti grassi animali ricchissimi di colesterolo, la dieta plank, detta anche dieta delle uova, è decisamente sconsigliata a chi soffre già di ipercolesterolemia perché provoca un innalzamento del livello del colesterolo LDL (quello cosiddetto cattivo) nel sangue. Questo evento è legato all’insorgere di problematiche anche gravi a carico dell’apparato cardiovascolare, come ictus e infarti, e può portare all’insorgere di aterosclerosi: questo è il motivo per cui la dieta plank è vietata per chi soffre di colesterolo alto.

    Godi di ottima salute?

    salute_dieta_plank

    Non solo chi ha il colesterolo alto dovrebbe tenersi alla larga dalla dieta plank perché questa mette a dura prova l’organismo: se avete reni e fegato non in perfetta salute, soffrite di diabete, avete la pressione alta, i trigliceridi o la glicemia alta, sappiate che con la dieta plank il rischio di un peggioramento è dietro l’angolo. Tra gli effetti collaterali della dieta ci sono infatti un affaticamento di reni e fegato, l’ipoglicemia, la chetoacidosi e una generale carenza di micronutrienti. Si consiglia quindi di approcciarsi a questa dieta dimagrante solo ai soggetti perfettamente sani, il cui organismo è in grado di sopportare lo stress di una dieta ipocalorica così rigida.

    Ti piace il caffè?

    dieta_plank_caffè

    Con la dieta plank è vietato bere alcolici, bevande gassate, succhi di frutta, perfino le tisane sono off limits: oltre all’acqua (si consiglia di berne almeno 2 litri al giorno per scongiurare il rischio di disidratazione dato dall’eccesso di proteine presenti nella dieta) sono ammesse soltanto bevande che contengono caffeina, quindi caffè e tè, rigorosamente senza zucchero né latte. Addirittura, in alcune mattine della settimana è possibile bere solo una tazza di caffè nero o di tè senza zucchero, quindi se non amate queste bevande dovreste saltare del tutto la colazione; inoltre, dovete amare il caffè amaro perché, per chi è abituato a berlo dolcificato, potrebbe essere quasi impossibile rinunciare allo zucchero!

    Devi perdere peso rapidamente?

    perdita_peso_dieta_plank

    Un buon motivo per tentare la dieta plank è se dovete perdere peso in modo rapido, magari in vista di un evento importante come il vostro matrimonio, la tesi di laurea o un’occasione mondana in cui dovete sfoggiare un abito particolare: in tutti questi casi, la dieta plank funziona perché è una dieta veloce e i risultati sono evidenti in sole 2 settimane. Grazie alla perdita di peso repentina assicurata da questa dieta dimagrante, riuscirete a entrare nel vostro vestito da sposa senza difficoltà e potrete festeggiare al buffet senza troppi sensi di colpa! Potreste anche pensare di provare la dieta plank per una sola settimana e, se i chili persi sono quelli che vi servono, fermarvi dopo 7 giorni.

    Ti annoi facilmente?

    noia_dieta_plank

    Se siete persone che si annoiano facilmente probabilmente la dieta plank non è l’ideale per voi: si tratta infatti di mangiare in modo poco variato e senza avere la possibilità di apportare modifiche al menu settimanale della dieta plank. Inoltre, il menù per le due settimane di dieta è identico e questo aggrava ancor più la situazione se siete persone che amano variare, sia nell’alimentazione che come attitudine generale; il rischio, per persone del genere, è di abbandonare la dieta prima delle 2 settimane indicate e quindi di non raggiungere il risultato dei 9 chili. Se amate la varietà e vi annoiate facilmente, ci sono tante altre diete che vi permettono di giocare con gli ingredienti e di non avere un menu monotono e ripetitivo.

    Hai fallito con altre diete?

    dieta_plank_terminare

    Anche in questo caso, nessuno può dare una risposta sincera quanto voi: solo voi vi conoscete abbastanza per sapere se siete in grado di portare a termine un tipo di dieta dimagrante e ipocalorica come questa. La dieta plank mette a dura prova anche le persone più tenaci e determinate perché prevede uno schema di menu settimanale davvero rigido, i cibi consentiti sono pochi e le privazioni sono moltissime, soprattutto per chi abitualmente segue la dieta mediterranea. Insomma, se avete già tentato qualche dieta nel corso della vostra vita e l’avete abbandonata perché troppo impegnativa da seguire, la dieta plank non fa per voi perché richiede disciplina e una forza di volontà ferrea: meglio optare per una dieta più lunga ma che vi permetterà di ridurre in modo meno traumatico le calorie e che sia più varia ed equilibrata dal punto di vista nutrizionale.

    Tendi all’effetto yo-yo?

    effetto yoyo dieta plank

    Anche in questo caso, è una domanda a cui dovete rispondere sinceramente e sarete in grado di farlo se avete seguito almeno una dieta nel corso della vostra vita: l’effetto yo-yo è il meccanismo per cui si tende a ingrassare facilmente dopo una perdita di peso e viceversa; ci sono persone maggiormente predisposte a questa dinamica e, per loro, la dieta plank è decisamente sconsigliata. Si tratta infatti di una dieta dimagrante che predispone all’effetto yo-yo e che non è adeguata al mantenimento dei chili persi sul lungo periodo: questo significa che è molto probabile che ingrasserete facilmente una volta finita la dieta plank, a maggior ragione se il vostro corpo è predisposto per l’effetto yo-yo. Questo avrà un impatto negativo anche sull’autostima perché è comune provare un senso di frustrazione per aver fallito la dieta, peggiorando il rapporto col cibo e mettendo a rischio la buona riuscita anche di diete future.

    Fai un lavoro stressante?

    lavoro_dieta_plank

    Ed eccoci all’ultimo trucco per capire se la dieta plank è adatta a voi. La domanda che dovreste porvi prima di cominciare con questa dieta dimagrante è se fate un lavoro stressante o faticoso dal punto di vista fisico: in entrambi i casi, è assolutamente sconsigliato cominciare la giornata con una colazione poco nutriente, come quella prescritta dalla dieta plank. Andare a lavoro senza aver mangiato niente (alcune mattine è previsto solo un caffè nero per colazione) può mettere a rischio la vostra capacità di concentrazione o addirittura darvi sonnolenza; il primo pasto mattutino è quello che fa ripartire il nostro organismo dopo il lungo riposo notturno ed è assolutamente necessario per avere l’energia giusta per affrontare la giornata, specialmente se fate un lavoro impegnativo dal punto di vista intellettuale o fisico.