Dieta ricca di fibre, per dimagrire naturalmente

La dieta a base di fibre non è solo utile per dimagrire ma ha tantissimi benefici sull’organismo, a partire dall’intestino. Combatte infatti la stitichezza e contribuisce alla prevenzione di tumori al colon-retto. Il consumo di alimenti ricchi di fibre come legumi, frutta, cereali e verdure dona quel senso di sazietà che non ci farà più abbuffare.

da , il

    La dieta ricca di fibre è di grande beneficio per la salute e per perdere peso: comprende infatti tutti quegli alimenti “poveri” che si privilegiavano una volta al posto dei cibi raffinati. Un regime alimentare ricco di fibre ha dimostrato di essere un’efficace prevenzione per alcune malattie dell’intestino, come diverticolosi e alcuni tumori. In più regolando l’assorbimento di zuccheri e grassi e avendo un alto potere saziante, è ottima per dimagrire naturalmente.

    Cosa sono le fibre alimentari

    Innanzitutto cerchiamo di capire cosa sono le fibre alimentari e cosa servono. Le fibre sono parti di alimenti vegetali che il nostro corpo non è in grado di assorbire. Non si tratta di veri e propri nutrienti, sono alimenti privi dei valori nutrizionali classici. Generalmente il nostro organismo ha difficoltà a digerirli e per questo provocano senso di sazietà, migliorano la funzionalità intestinale ed i livelli di colesterolo. Tra i tanti benefici, ripuliscono l’intestino, il sangue e contribuiscono alla prevenzione di tumori al colon-retto.

    Esistono le fibre solubili, ossia quelle formate da gomme e mucillagini, e si trovano soprattutto nei legumi e nella frutta.

    Alimenti ricchi di fibre solubili sono per esempio i legumi e la frutta.

    Le fibre insolubili, invece, sono formate da cellulosa e si trovano nei cereali integrali, nelle verdure e negli ortaggi. Il loro consumo fa perdere peso ed avere un intestino più pulito ed una pancia più sgonfia.

    Esempio di dieta ricca di fibre

    Una dieta a base di fibre è dunque l’ideale sia per perdere qualche chilo di troppo che per nutrirsi in maniera sana. Quindi c’è da inserire nel proprio piano alimentare frutta, verdura, cereali e legumi. Per questi ultimi, è bene ricordarsi di mangiarli integri, con la buccia perché è lì che si concentra la fibra. Si può optare anche per i passati. I legumi, proprio perché ricchi di fibre combattono la stitichezza. In particolare, eliminando la stipsi, gioverà anche a chi soffre di emorroidi. Gli alimenti ricchi di fibre per emorroidi sono in primis la crusca, le bacche di ribes rosso e nero e tutti quelli ad alto contenuto di ferro.

    Prima di farvi qualche esempio è bene ricordarvi anche di utilizzare il pane integrale, al posto di quello bianco, così come di sostituire pasta e riso con quelli integrali. Come condimenti, nella dieta delle fibre è consentito un cucchiaio di olio extra vergine di olio, mentre aceto e limone possono essere messi a volontà. Tutto ciò darà un beneficio alla vostra linea ma anche alla salute, a partire dalla digestione e dal miglioramento della mucosa intestinale.

    Esempio di menù

    La quantità quotidiana di fibre raccomandata è tra i 30 a 35 grammi.

  • Colazione: caffè o té con latte scremato, yogurt con cereali, una fetta di pane integrale con miele o marmellata.
  • Pranzo: insalata verde, 100 g di pollo al forno senza pelle, 2 fette di pane integrale, una banana.
  • Spuntino: caffè con latte scremato, 2-3 biscotti integrali.
  • Cena: riso integrale, un pomodoro in insalata, una fetta di tonno alla piastra, una pera.
  • Ricette ricche di fibre

    Ecco allora per voi, dopo avervi suggerito gli alimenti da inserire nella dieta delle fibre, alcuni esempi di ricette gustose.

    Insalata di farro e orzo

    Ingredienti:

    • Orzo perlato 150 g
    • Farro perlato 150 g
    • Rucola 30 g
    • Pomodorini ciliegino 200 g
    • Mozzarelline ciliegine 100 g
    • Olio extravergine d’oliva.

    L’insalata di farro e orzo è fresca, molto leggera, ottima anche da consumare fredda. Va benissimo come primo piatto o piatto unico.

    Lessate per 15 minuti sia il farro che l’orzo perlati (ovvero privati della pellicola che avvolge i chicchi, che così richiedono un tempo di cottura inferiore). Scolateli e metteteli in un’insalatiera e conditeli con pomodori, mozzarelline e rucola. Aggiungete un cucchiaio d’olio extravergine di oliva.

    Passato di zucca e carote

    Questo passato contiene verdure ricche di fibre come la zucca e le carote, ma si possono anche aggiungere o cambiare con altre come il pomodoro per esempio o con i legumi, tipo i ceci.

    Ingredienti:

    • Carote 400 g
    • Zucca
    • Scalogno 60 g
    • Semi di zucca 20 g
    • Salvia
    • Timo
    • Rosmarino.

    Tagliate le carote e la zucca. Preparate il mazzetto di erbe aromatiche legando salvia, timo e rosmarino con un pezzetto di spago. Mettetele a soffriggere in un po’ d’olio insieme allo scalogno tagliato a fette. Dopo circa 10 minuti togliete il rametto aromatico e unite zucca e carote. Aggiungete sale e lasciate cuocere per 5 minuti mescolando di tanto in tanto.

    Aggiungete un po’ d’acqua e lasciate cuocere per 40 minuti. Dopo frullate il tutto con un mixer fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Quando è pronta aggiungete i semi di zucca.

    Dolcetto o scherzetto?