Dieta vegetariana per dimagrire: gli errori che non ti fanno perdere peso

Se segui una dieta vegetariana per dimagrire potresti commettere degli errori che non ti fanno perdere peso. Comunemente si pensa infatti che basti un regime dietetico cruelty free per ottenere una linea invidiabile, ma in verità dipende molto da come si combinano gli alimenti e da quali cibi si scelgono nella quotidianità.

da , il

    Dieta vegetariana per dimagrire: gli errori che non ti fanno perdere peso

    Quali sono gli errori che non ti fanno perdere peso nella dieta vegetariana per dimagrire? La dieta vegetariana può essere molto utile per perdere peso e ritrovare il benessere. E’ però importantissimo che in ogni menu giornaliero siano presenti tutti i nutrimenti necessari per un’alimentazione corretta, sana e bilanciata. Vediamo insieme i nostri consigli per impostare una corretta dieta vegetariana dimagrante, evitando alcuni errori tipici.

    Eliminare totalmente le proteine

    eliminare proteine

    La dieta vegetariana fa ingrassare? Dipende da cosa si mangia, certo è che eliminare totalmente alcune sostanze nutritive non è una buona idea, non solo dal punto di vista salutistico ma anche dietetico.

    Per esempio le proteine contenute nella carne dovrebbero essere sostituite con altri nutrienti, senza timore che facciano ingrassare perché combinate nel modo giusto, favoriscono addirittura il dimagrimento. Vi forniamo di seguito un esempio di menu quotidiano che le include in modo equilibrato.

    Partiamo dalla colazione a base di macedonia di frutta fresca con latte di soia o avocado crudo con pomodori e 50 grammi di tofu. Per lo spuntino di metà mattina una mela con un frullato di proteine con latte di soia. Per pranzo potrete consumare invece 100 grammi di riso bollito con 150 grammi di tofu da insaporire con spezie; infine potrete consumare un’insalata fresca di pomodori, cetrioli o lattuga. Per la merenda via libera ad un bicchiere di latte di soia e per cena una zuppa di lenticchie o un minestrone.

    Condire troppo le pietanze

    olio

    I condimenti hanno un ruolo importante dal punto di vista dietetico perché se troppo grassi o eccessivi, possono pregiudicare la linea. Ecco che allora è inutile pensare di dimagrire con un’insalata condita con troppo olio di oliva vegano, che per quanto buono non è necessariamente dietetico. Il fatto che sia un piatto vegetariano non significa che sia anche leggero, dipende da com’è preparato.

    Un’ottima ricetta light dell’insalata è la seguente: tagliate il finocchio riducendolo a lamelle sottilissime e tenetele a bagno in acqua ghiacciata, almeno per un’ora, per farle arricciare. Togliete la buccia e la parte bianca alle arance e sbollentatene le bucce, 3-4 volte, rinnovando sempre l’acqua.

    Conservate 3 cucchiai dell’ultima acqua ed emulsionatela con 6 cucchiai di olio extravergine vegano, per avere il condimento al quale vanno aggiunti una manciatina di pistacchi, sale e pepe. Preparate 4 cestini con le foglie di lattuga, guarnitele con le lamelle di finocchio arricciate e gli spicchi d’arance pelati. Condite con l’emulsione preparata.

    Evitare la frutta per timore dello zucchero

    frutta

    La frutta è fondamentale in qualunque dieta e non c’è motivo di temere che faccia ingrassare a causa dello zucchero in essa contenuta. Si tratta infatti di un tipo di zucchero importantissimo per il corpo.

    Da evitare semmai sono i succhi preparati con aggiunta di zucchero come i classici succhi di frutta che troviamo al supermercato, da rimpiazzare con centrifugati di frutta fresca.

    Convincersi che la dieta vegetariana e quella vegana fanno dimagrire

    dieta

    Se vi state chiedendo “perché mangio vegano e ingrasso” o “perché da quando sono vegetariana sono ingrassata”, la risposta è semplice: state mangiando in modo scorretto.

    Non basta scegliere questi stili di vita alternativi per dimagrire, bisogna anche selezionare gli alimenti giusti e combinarli correttamente, in modo da non esagerare con le calorie. Perché anche i vegetariani soffrono di colesterolo e altri problemi.

    Pensiamo per esempio all’olio extravergine vegano: può essere un’ottima scelta se è un prodotto di qualità ma non basta per perdere peso. Difatti utilizzandone quantità eccessive per condire i vari piatti, la dieta risulta vanificata.

    E’ chiaro quindi che anche i vegani possono essere in sovrappeso, dipende dal tipo di alimentazione che seguono e dal tipo di piatti che mangiano.

    Mangiare spesso cibi troppo elaborati

    cibi elaborati

    Alcuni cibi frequenti nella dieta dei vegetariani e anche dei vegani dovrebbero essere consumati con un limite.

    Per esempio il tofu e altri sostituti della carne particolarmente elaborati e quindi ricchi di ingredienti aggiuntivi, possono vanificare la dieta risultando calorici o difficilmente digeribili.

    Meglio ridurre le quantità optando per questi cibi poche volte al mese, preferendo piuttosto alimenti freschi.

    Mangiare cibi non biologici

    cibi non biologici

    Il fatto di nutrirsi con frutta, verdura e altri cibi non biologici è controproducente perché spesso questi prodotti vengono trattati con pesticidi e altre sostanze chimiche nocive.

    I pesticidi possono distruggere il sistema endocrino e gli ormoni dell’organismo, agendo di conseguenza contro la dieta dimagrante.

    Scegliere gli snack sbagliati

    barrette

    Non tutti gli snack, a prescindere dal fatto che siano o meno vegetariani, fanno bene alla linea. In generale è meglio sostituire evetuali barrette dietetiche con frutta e verdura fresche, da sgranocchiare in qualunque momento della giornata, meglio ovviamente se provenienti da agricoltura biologica.