Dieta vegetariana, va bene anche per i bambini

da , il

    dieta vegetariana bambini

    La dieta vegetariana è sempre al centro di numerose polemiche. Oggi pubblichiamo il risultato di un altro studio. Come vedete i nostri post sono sempre volti a riportare le diverse voci, di chi dice no e sì, senza prendere però una posizione. Secondo una ricerca italiana questo regime alimentare, adottato nella prima infanzia, non altera l’andamento della crescita. Il menù però dovrebbe essere pianificato con un pediatra, affinché l’apporto nutritivo sia ben bilanciato. Lo studio ha coinvolto 95 bambini con meno di due anni ed è stato condotto da Leonardo Pinelli, presidente della Società scientifica nutrizionale italiana (Ssnv).

    Sono 7 milioni i vegetariani italiani ed è una tendenza in continuo aumento. È ovvio quindi considerare anche questo tipo di alimentazione per quei bambini che nasceranno in famiglie vegetariane. Tutti i bambini osservati non erano controllati o seguiti nell’alimentazione dal pediatra (possibilmente specializzato) e su questo punto l’esperto ha precisano una cosa:

    “I genitori, da parte loro, si affidavano principalmente all’esperienza o ricorrevano a libri o siti Internet, cosa che ha portato a errori fondamentali di impostazione. Ad esempio, se ci si basa sui testi online occorre considerare che sono redatti spesso in inglese per altri Paesi, come gli Usa, in cui i cibi arricchiti sono molto più diffusi di quanto non accada in Italia”.

    Seguendo un menù vegetariano ci si ammala meno. I bambini hanno difese immunitarie migliori. Nonostante gli errori dietetici dei genitori, è emerso che tutti i bambini hanno avuto una crescita normale. Solo in pochi casi, prosegue Pinelli, si sono riscontrate alterazioni del ferro e della vitamina B12, “in linea comunque col tipo di alimentazione comune in Italia”.