Diete con poco calcio per le donne italiane

da , il

    Diete latticini light

    Le diete scarseggiano in calcio. È quanto ha evidenziato l’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano durante l’ultima ricerca. È emerso che solo il 37% delle donne italiane fino ai 50 anni ne consuma il necessario, e solo il 10% dopo i 50 anni. Purtroppo questa tendenza, estremamente negativa, contribuisce all’insorgere di osteoporosi. Vediamo insieme qualche altro dato e come correggere, attraverso l’alimentazione, questa abitudine.

    Secondo le stime, gli uomini introducono più calcio rispetto alle donne (927 mg al giorno per i primi contro 750 mg per le seconde) e questa differenza permane in tutte le fasce di età. Stando a quanto consigliato da LARN – Livelli di assunzione giornalieri raccomandati di nutrienti per la Popolazione Italiana, Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) – una donna tra i 30-50 anni dovrebbe consumare almeno 800 mg di calcio al giorno e 1200 mg sopra i 50 anni. Ora possiamo capire che non ci siamo minimante con le dosi.

    Come assumere il calcio? Attraverso i latticini, sempre meno consumati dalle persone, forse per paura di ingrassare. Gli uomini mangiano formaggio almeno 5 volte la settimana, con preferenza per lo stagionato. È importante bere latte o mangiare dello yogurt (magro è anche più leggero per la linea). Per mantenere alti i livelli di vitamina D potete prendere un po’ di sole e aiutarvi con dei prodotti addizionati. Inoltre, una dieta troppo ricca di proteine animali può aumentare la perdita di calcio.