Dimagrire correndo: come fare per ottenere i migliori risultati

da , il

    come dimagrire correndo

    Dimagrire correndo non è difficile anche se, come in ogni disciplina, l’importante è seguire delle regole che vi aiutino a raggiungere prima e meglio i vostri obiettivi. Correre non solo aiuta a perdere peso ma anche a tonificare le gambe, le cosce e i glutei. Correre però non è sempre un’attività facile soprattutto se si viene da un lungo periodo di sedentarietà: bisognerà quindi cominciare con calma, cercando di non sforzarsi troppo e mantenere una costanza che vi permetterà di raggiungere traguardi insperati. Vediamo quali sono le regole per dimagrire correndo in modo perfetto.

    La prima indicazione è di correre per un tempo massimo di 40 minuti a volta: attenzione a non superare questa soglia, sufficiente per bruciare i grassi accumulati. Sia per evitare la pesantezza di stomaco ma anche per bruciare più grassi, è consigliabile correre a digiuno; in questo modo il nostro corpo avrà bisogno di nuova energia ed intaccherà le riserve di grasso.

    Cercate poi, almeno per i primi tempi di non stancarvi troppo: proprio a questo proposito è utile alternare la camminata a una corsa leggera. Il modo migliore per raggiungere i vostri obiettivi e per allenarvi costantemente anche più volte alla settimana è quello di non strafare.

    Inoltre, per rassodare cosce, gambe e glutei è ottima una camminata veloce in salita: di volta in volta, quando il vostro allenamento procede, potrete poi aumentare il tempo della corsa per ridurre quello della camminata. Oltre alla corsa, esercizio aerobico per eccellenza, sarebbe anche il caso di praticare qualche esercizio anaerobico, perfetto per potenziare i muscoli. Approfittate delle belle giornate del periodo e recatevi in un parco cittadino dove potrete correre e svolgere i vostri esercizi all’aria aperta.

    Non correte mai ogni giorno ma lasciate sempre un giorno di intervallo per riprendervi dall’allenamento precedente. L’ideale, sarebbe correre almeno tre volte alla settimana, in palestra o all’aperto. La cosa migliore sarebbe proprio quella di alternare le corse all’aperto con le corse in palestra, cercando sempre, man mano che acquistate forze e fiato, di aumentare esponenzialmente lo sforzo. Per chi si approccia alla corsa, la cosa più importante è cercare di evitare di esasperare gli sforzi: cominciare con un allenamento troppo intenso, soprattutto se non siete abituati, può fare molti danni e portarvi ad abbandonare la corsa in poco tempo.