Disturbi alimentari, combattere lo stress con la dieta

da , il

    stress cibo

    L’alimentazione è importante non solo per dare energia al corpo (dobbiamo pensare al cibo che la nostra benzina), ma anche per aiutarci a combattere le malattie, le aggressioni da agenti esterni. Un esempio per tutti è lo stress? Uno studio finlandese ha dimostrato che l’indice di massa corporea, per esempio, è più alto tra chi è nervoso e mangia non perché ha fame, ma perché non ne può fare a meno. Ecco quindi che possiamo individuare una relazione tra il cibo e l’ansia. Per combattere questo disturbo, che può portare anche a una patologia come i Nes (mangiatori notturni), bisogna imparare a scegliere gli alimenti per combattere l’ansia e farci sentire più rilassati.

    Allora abbiamo individuato quattro alimenti fondamentali, che dobbiamo integrare nella nostra dieta. Prima di tutto i legumi, soprattutto lenticchie e ceci (3 volte la settimana), permettono all’organismo di eliminare le tossine che causano stress. Poi l’avena (magari la mattina a colazione) che ha caratteristica di essere un anti-fame molto efficace. Abbinatela allo yogurt, che rigenera la flora intestinale e favorisce la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore.

    Come frutta scegliete Pere e Banane. Andando verso l’autunno sono due frutti perfetti e aiutano a migliorare l’umore e la concentrazione. Inoltre, danno energia togliendo quel fastidioso senso di affaticamento. Ricordatevi che una manciata al giorno di frutta secca è sempre la ben venuta, è antiossidante e tiene il colesterolo basso.

    Il pesce va bene tutto, ma quello che mi sento di consigliarvi con maggiore attenzione è il Salmone che davvero, grazie alla vitamina B e agli Omega 3, funziona come antistress.

    Dolcetto o scherzetto?