Fitness, la ginnastica macrobiotica

da , il

    Cibo e corpo. Abbiamo parlato molte volte di questo legame e di come dalla qualità del primo dipenda la salute del secondo. L’alimentazione macrobiotica serve proprio per preservare questo equilibrio. È interessante vedere come aggiungendo della ginnastica macrobiotica si possano ottenere ottimi risultati.

    Il peso forma è il risultato di una quotidiana applicazione dei principi di equilibrio tra le due forze antagoniste dello yin e dello yang (vi ricordate la dieta che abbiamo affrontato un paio di mesi fa). La tonicità del fisico si può ottenere con un po’ di esercizi che possono essere svolti nella propria casa.

    La cosa più importante è pensare il momento del fitness come un momento di relax, i principi sono quelli dello yoga. Ci basta una stuoia o se siete a casa, una salvietta. Si parte con un automassaggio e un po’ di meditazione. L’automassaggio si esegue esercitando una pressione ragionevolmente intensa con il pollice o con le altre dita cercando di individuare i punti doloranti. Una volta riscaldate s’inizia con l’esercizio. Fate una serie di piegamenti sulle gambe, cominciando progressivamente a sintonizzare la respirazione con le esigenze di ossigenazione che lo sviluppo dell’esercizio impone.

    I primi tempi saranno faticosi, ma poi sentirete una nuova energia.

    Esempi di esercizi:

    Seduti, gambe distese, afferrare i piedi oppure le caviglie dall’esterno e, senza piegare le gambe, toccare le ginocchia con la fronte.

    In piedi, su una gamba sola, portare le braccia e l’altra gamba in avanti, poi nei due sensi lateralmente e poi indietro in modo da imparare a mantenere l’equilibrio in queste posizioni nelle quali la gamba sollevata e le braccia si trovano tutte dalla stessa parte.

    Distesi a terra supini, tenendo le braccia distese lungo i fianchi con le palme a terra, sollevare le due gambe distese ed unite e muoverle in modo che la punta dei piedi descriva nello spazio un semicerchio da destra a sinistra e viceversa.

    Foto tratte da

    species.blogosfere.it mauropettinaro.wordpress.com