Frutta e verdura, meglio biologica o tradizionale?

da , il

    frutta bio arance

    Un’alimentazione sana si basa sul consumo di tanta frutta e verdura. Molto spesso ci si chiedere cosa sia meglio: prodotti biologici o no? Qualcuno sostiene che siano di qualità superiori, altri continuano ad acquistare quelle tradizionali perché costano meno. Un recente studio ha dimostrato che quelli bio non sono superiori agli altri, anzi, sono meno nutrienti e dal sapore pressoché identico. Perché quindi spendere di più e non avere la sicurezza di avere una dieta più controllata?

    Per giungere a questa tesi, sono state prese in considerazione tre coltivazioni di broccoli, pomodori e patate. Al termine degli esami, nessuna di queste coltivazioni si è dimostrata più nutriente o saporati. I broccoli avevano un minor contenuto antiossidante, le patate normali (termine che uso solo per capirsi) contenevano più vitamina C.

    La cosa che ha fatto però più sorridere è stato il dato relativo al gusto. I pomodori sono risultati più saporiti. “Questa ricerca dimostra che frutta e verdura coltivate non biologicamente sono anche molto buone, la cosa più importante è il mangiare questi cibi, siano essi bio o meno”, hanno commentato i ricercatori.

    La verità sta nel fatto che per essere in salute oltre ad assumere la C e gli antiossidanti. È bene evitare agenti chimici, come pesticida. È un modo per tutelare l’ambiente e anche la nostra salute, quindi da valutare ci sono davvero tanti aspetti.