Gonfiore addominale, combatterlo senza dieta

da , il

    Un continuo senso di pesantezza ci crea nausea e affaticamento. Inoltre, la pancia è gonfia e anche da un punto di vista estetico non è il massimo. Abbiamo già parlato di gonfiore addominale e di come poterlo combattere. Oggi vi passo solo qualche semplice consiglio per tenerlo sotto controllo ed evitare di mettervi a dieta.

    Spesso, quando il gonfiore dura da diverse settimane, è meglio correre ai ripari con un’azione purificatrice. La pancia non si appesantisce, contrariamente a quanto si pensa, in seguito a periodi di particolari abbuffate. Talvolta bastano piccole scorrettezze alimentari, ma prolungate e ripetute nel tempo, per accumulare una quantità di scorie e tossine più abbondante del normale.

    L’organismo ha bisogno di tranquillità e di 48 ore di disintossicazione. E il bello è che basta seguire tre semplici regole:

    1.Bere molto. La chiave del successo per ottenere una vera disintossicazione è consumare almeno due litri d’acqua al giorno, più tisane o tè senza zucchero in quantità libera. Non assumiamo liquidi in fretta, bisogna sorseggiare per evitare di immagazzinare aria.

    2.Seguire una dieta vegetariana per 2 giorni. L’ideale è il minestrone di verdure miste, ricchissimo di liquidi, da consumare a pranzo e a cena. Come spuntino, invece, si può optare per un frutto a libera scelta.

    3.Per disintossicare il corpo, bisogna disintossicare anche la mente. Fate quindi questa piccola dieta durante un weekend di riposo, in cui avete un unico obiettivo: prendervi cura di voi stesse.

    Dolcetto o scherzetto?