Gonfiore addominale, consigli per la dieta

da , il

    Le cose che preoccupano di una ragazza che deve mettersi in costume sono due: la cellulite che si è estesa sulle gambe e i rotolini di ciccia sulla pancia. Oggi concentriamoci su questo secondo problema, che spesso non è dovuto al grasso, ma a un’alimentazione non del tutto corretta. Scoprire gli addominali in letargo è una prova che richiede coraggio, per questo molto meglio correre ai ripari con un po’ di anticipi. Starbene ha nominato questa dieta “dell’ombelico”, in realtà serve un po’ a sgonfiarsi e si basa sul principio che riducendo pane, pasta, riso e legumi, si tiene tenere sotto controllo l’insulina.

    Questo ormone nel nostro organismo ha il compito di assorbire il glucosio, cioè gli zuccheri, tra i maggiori responsabili degli antipatici rotolini che si accumulano su addome e fianchi. Quindi, poi andata da un medico per farvela studiare ad hoc, ma sappiate che mangiando carne (bianca) e pesce e verdure potreste in 7 giorni ottenere ottimi risultati.

    Il pesce, inoltre, grazie agli Omega3 che ostacolano l’invecchiamento della pelle e abbassano il tasso di trigliceridi (grassi saturi) nel sangue, è un elisir di giovinezza e di salute. E poi sappiate che tagliando gli zuccheri si dà anche un taglio alla cellulite, perché sono alimenti che trattengono acqua.

    Foto tratte da

    Tantasalute.it

    urlonews.it

    Dolcetto o scherzetto?