Grasso addominale nelle donne: i rimedi naturali per eliminarlo

Il grasso addominale nelle donne non è solo un problema estetico. Può avere conseguenze gravi per la salute del sistema cardiovascolare e portare a patologie importanti. Vediamo quindi come eliminarlo attraverso alcuni semplici rimedi naturali, dalla dieta all'esercizio fisico.

da , il

    Grasso addominale nelle donne: i rimedi naturali per eliminarlo

    Il grasso addominale nelle donne non è solo antiestetico e fastidioso: può avere conseguenze gravi per la nostra salute, soprattutto a livello cardiaco. La classica pancetta comincia a farsi vedere solitamente dopo i quarant’anni e, con la complicità di uno stile di vita sedentario e di un’alimentazione non corretta, diventa sempre più difficile da mandare via. Per eliminare il grasso addominale in poco tempo non esistono formule magiche: servono costanza e impegno nel seguire una dieta equilibrata e nel mettere in pratica alcune tipologie di esercizi fisici mirati a diminuire il grasso sull’addome. In quest’articolo andremo ad indagare le possibili cause che portano a un accumulo di grasso sulla pancia, le spiacevoli conseguenze in cui possiamo incorrere se lo trascuriamo e alcune strategie per eliminare il grasso addominale.

    Cause del grasso addominale

    Negli ultimi anni le donne che lamentano un aumento del girovita stanno aumentando notevolmente. Esistono diversi fattori che portano ad un accumulo di grasso addominale: è importante conoscerli per capire qual è il vostro caso e come comportarvi di conseguenza.

    Menopausa

    Al primo posto, se parliamo di grasso addominale nelle donne, dobbiamo mettere la menopausa. Secondo diverse ricerche, infatti, il livello di estrogeni presente nell’organismo sembra avere un ruolo importante nella distribuzione del grasso corporeo: una riduzione di estrogeni, come quella che si verifica nelle donne nel periodo della menopausa, porta all’espansione dell’area addominale e ad un accumulo di grasso in questa zona.

    Età

    Più in generale, possiamo dire che anche l’avanzare dell’età è uno dei fattori che porta ad un aumento del grasso addominale, sia negli uomini che nelle donne. Invecchiando, infatti, una dieta squilibrata e l’assenza di attività fisica porta non solo ad un aumento di peso ma anche alla perdita di massa muscolare; il corpo, sempre più difficilmente, riuscirà a smaltire le calorie introdotte nell’organismo. Se è vero che non possiamo fare nulla contro il passare degli anni, essere consapevoli che l’età è un fattore predisponente all’accumulo di grasso sulla pancia può spronarci a intervenire sulle altre cause del grasso addominale.

    Sedentarietà

    Svolgere una regolare attività fisica è importante non solo per eliminare il fastidioso grasso addominale ma anche per un generale benessere dell’organismo. Una ricerca specifica ha rilevato che, riducendo i passi giornalieri da 10.000 a soli 1500 e senza variare la dieta, il grasso addominale è aumentato addirittura del 7% dopo due settimane. La sedentarietà è uno dei fattori di rischio principali, ma, per nostra fortuna, è anche uno di quelli su cui è più facile migliorarsi.

    Stress

    Diverse ricerche hanno scoperto una correlazione tra la secrezione del cortisolo, un particolare ormone che il nostro corpo produce quando siamo stressati, e l’aumento del grasso addominale. Dunque anche lo stress cronico, che dura per molti mesi, influisce negativamente sulla circonferenza addominale: siccome si tratta di un disturbo non banale, è bene intervenire e chiedere un aiuto per ridurre i livelli di stress. Praticare attività come yoga o meditazione può portare dei benefici; inoltre, è importante cercare di dormire bene e per almeno 7-8 ore per notte: uno studio ha evidenziato che chi dorme meno di 7 ore presenta più alti livelli di cortisolo e di grelina, un ormone che scatena il desiderio di cibi dolci.

    Intolleranze alimentari

    Molti di noi sono intolleranti ad alcuni alimenti e non lo sanno, quindi continuano a mangiare quei cibi che invece ci provocano una serie di disturbi. Essere intolleranti, infatti, solitamente non provoca reazioni immediate e violente come nel caso delle allergie ma dà luogo a disagi e disturbi più difficili da riconoscere perché aspecifici; ecco perché, se notiamo un accumulo di grasso addominale, una delle cose da fare è proprio il test per le intolleranze alimentari.

    Dieta sbagliata

    Tra le cause più comuni che portano all’accumulo di grasso addominale c’è ovviamente anche una dieta sbagliata. Gli errori che commettiamo a tavola incidono in modo importante sulla nostra linea; in particolare, un eccesso di zuccheri è alla base di un accumulo di grasso localizzato sulla pancia: il consumo di zuccheri, infatti, causa un picco glicemico che mette sotto pressione il nostro sistema insulinico; se questo consumo diventa eccessivo, il grasso addominale è una delle conseguenze, per non parlare dei danni alla salute.

    Pericoli del grasso addominale

    Come dicevamo, il grasso addominale non è solo un inestetismo estetico ma anche un rischio per la nostra salute, in particolare per il nostro sistema cardiovascolare. L’addome è uno dei punti più pericolosi dove accumulare grasso: non abbiamo a che fare solo con il grasso sottocutaneo, ma anche con il cosiddetto “grasso viscerale”, che si trova intorno agli organi interni.

    Diversi studi recenti dimostrano che un eccesso di grasso localizzato sulla pancia mette a dura prova il corretto funzionamento dell’apparato cardiovascolare e questo porta con sé una serie di spiacevoli conseguenze, che possono diventare anche molto gravi. Tra i principali rischi collegati a un eccesso di grasso addominale ci sono l’ipertensione arteriosa, un aumento del colesterolo e dei trigliceridi, un aumento dei battiti cardiaci; questi, a loro volta, creano le condizioni ideali per patologie come diabete di tipo 2 e malattie cardiache, tra cui anche l’infarto.

    Inoltre, accumulare grasso sulla parete toracica e a livello del diaframma, rende più faticosa la respirazione, dando una spiacevole sensazione di soffocamento e affaticando notevolmente i polmoni. Infine, il grasso addominale aumenta le probabilità di contrarre cancro al seno e all’utero.

    Esistono delle misure di riferimento per sapere se ci stiamo avvicinando ad una soglia pericolosa per la nostra salute: per le donne, i medici considerano 88 cm come il valore limite, oltre il quale il rischio di sviluppare malattie collegate al grasso addominale si fa concreto; gli uomini, invece, non dovrebbero superare i 102 cm di circonferenza addominale.

    Alimentazione per eliminare il grasso addominale

    Ora che conosciamo i rischi collegati ad un accumulo di grasso addominale, vediamo alcune strategie alimentari da mettere in pratica per eliminarlo. Esistono infatti alcuni cibi che possono aiutarci a sciogliere il grasso sulla pancia e altri che andrebbero assolutamente evitati perché ne favoriscono l’accumulo; inoltre, alcune abitudini alimentari quotidiane sono di aiuto se vogliamo eliminare la tanto odiata pancetta.

    Scegli cereali integrali

    Rinunciare ai cereali raffinati a favore di quelli integrali è un ottimo modo per diminuire il grasso addominale, specialmente quello profondo: una ricerca ha dimostrato che, su due gruppi di persone, quello che ha mangiato solo cereali integrali ha perso più grasso sulla pancia rispetto a quello che ha mangiato cereali raffinati. Inoltre, i cereali integrali hanno un più alto contenuto di fibre, che regalano un duraturo senso di sazietà e riducono la concentrazione di insulina. Scegliete quindi riso, pasta e pane integrale invece che bianco, ma anche quinoa, grano saraceno o avena.

    No all’alcool

    Tra le abitudini da abbandonare c’è sicuramente il consumo di alcool e di bibite gassate: si tratta infatti di bevande particolarmente ricche di zuccheri e, tra i loro effetti negativi, hanno proprio quello di aumentare il deposito di grasso sulla pancia. Questo significa che anche tutti gli altri cibi ricchi di zuccheri artificiali sono da eliminare!

    Bevi molto

    Se certe bevande sono sconsigliate, una buona abitudine è invece quella di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. In questo modo manterrete il corpo idratato, aiuterete ad accelerare il metabolismo ed eliminerete più tossine dal vostro organismo; particolarmente utile è bere un bicchiere di acqua tiepida e limone al mattino e una tisana alla salvia prima di andare a letto.

    Sì alle spezie, no al sale

    Un’altra indicazione da seguire è quella di limitare il più possibile il consumo di sale e, per dare sapore ai cibi, affidarsi invece alle spezie: alcune di queste come cannella, peperoncino e zenzero non solo sono buone, ma aiutano anche ad accelerare il metabolismo e ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

    Esercizi per eliminare il grasso addominale

    In abbinamento a un’alimentazione corretta, è indispensabile fare un po’ di attività fisica. Come regola generale, bisognerebbe cercare di fare almeno 10.000 passi al giorno: potete fare le scale anziché prendere l’ascensore, alzarvi dalla scrivania e fare 50 passi ogni ora, andare al lavoro a piedi. Oltre a questo, esistono diversi esercizi specifici per ridurre il grasso addominale e delle discipline particolarmente indicate se soffrite di questo problema.

    Attività cardio

    Anche se non è possibile eliminare l’adipe in modo localizzato, la zona dell’addome è tra le prime dove si bruciano grassi quando si svolge attività fisica. Ecco perché il modo migliore in assoluto per eliminare grasso dalla pancia è praticare sport aerobici come corsa, nuoto, bicicletta, step e tutte quelle attività ad alta intensità che fanno lavorare intensamente il cuore e permettono di bruciare moltissime calorie. Inizialmente è sempre meglio non esagerare e praticare attività cardio tre volte alla settimana, per non più di trenta minuti; quando sarete allenati, potrete intensificare gli allenamenti per bruciare ancora più calorie.

    Esercizi

    In abbinamento ad una buona dose di attività aerobica, potete svolgere degli esercizi specifici per la zona dell’addome. Se siete all’inizio, cominciate con degli esercizi per rinforzare i muscoli della schiena, che vi aiuteranno ad assumere una postura migliore; ottimi anche esercizi di resistenza, con manubri e pesi, e alcuni più specifici per gli addominali come plank, squat, crunch e allungamenti laterali. Sono tutte attività mirate per tonificare l’addome e ridurre il grasso addominale, che andrebbero eseguite quotidianamente per una sessione di almeno trenta minuti.