Il tè rosso previene l’invecchiamento e protegge dai mali di stagione

da , il

    te rosso

    Per combattere l’invecchiamento cellulare, ma anche cutaneo c’è un nuovo alleato: il tè rosso, che contiene tantissimi antiossidanti e zero caffeina, rendendolo perfetto anche per chi soffre di gastrite o ha problemi intestinali. Il suo nome esatto è Rooibos, che tradotto in inglese è red bush, cioè cespuglio rosso. E si tratta di una pianta tipica Africana. Noi occidentali conosciamo e apprezziamo le proprietà del tè verde, forse è questa l’occasione giusta per provare a guardare oltre.

    Il tè rosso è stato oggetto di una ricerca dell’INRAN (Istituto Nazionale Ricerca Alimenti e Nutrizione), diretta dal dottor Mauro Serafini e pubblicata su “Food Chemistry”. Gli scienziati hanno reclutato 15 volontari, tutti sani, normopeso e non fumatori. Sono stati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo ha consumato 500 ml d’acqua, il secondo gruppo la stessa quantità di tè rosso fermentato, il terzo la stessa quantità, ma di tè rosso non fermentato.

    Il risultato? La bevanda è stata promossa. Ha un’ottima dose di antiossidanti che lo rende un sostituto del più tradizionale tè verde, che non a tutti piace. Inoltre, il tè rooibos può essere un alleato anche nei periodi freddi perché aumenta le difese antiossidanti plasmatiche.

    Quindi, ragazzi, vi consiglio di bere una bella tazza di tè rosso ogni giorno per restare giovani e in salute. Inoltre, per godervi una merenda eccellente, da fare invidia a un inglese.