L’aglio protegge il cuore e abbassa il colesterolo

da , il

    Molte persone non lo digeriscono, altre sono infastidite dall’odore. L’aglio però fa bene al cuore soprattutto se non viene lavorato e cucinato. A sostenerlo sono i ricercatori della University of Connecticut School of Medicine che hanno pubblicato un recente studio sul Journal of Agricoltural and Food Chemistry

    .

    I benefici principali sono per il sistema cardiovascolare. Gli scienziati hanno testato un gruppo di topolini per 30 giorni. Le cavie hanno assunto pietanze a base d’aglio (fresco e non secco) e hanno constatato che gli spicchi, una volta cucinati, perdono il solfuro di idrogeno, l`elemento chimico che si forma quando vengono tritati o schiacciati e che “rilassa” i vasi sanguigni e fa circolare più sangue.

    “Il solfuro d’idrogeno si comporta nel corpo come un messaggero chimico. L`aglio fa bene anche cucinato, ma crudo e tritato ha un significativo effetto benefico sulla circolazione dell`aorta e sulla pressione sanguigna nel ventricolo sinistro”, sostiene Dipak Das, autore dello studio, come riportato dal quotidiano La Stampa.

    Assumere periodicamente una testa d’aglio potrebbe quindi essere una cura completamente naturale per i cardiopatici e, inoltre, si possono in questo modo ridurre i livelli di colesterolo.