NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

L’obesità infantile si previene dormendo bene

L’obesità infantile si previene dormendo bene
da in Calorie, Grassi, Grasso localizzato, Obesità, Obesità Infantile
Ultimo aggiornamento:

    Obesità infantile sendentarieta

    L’obesità infantile preoccupa gli studiosi e i genitori. È abbastanza risaputo che i ritmi biologici del sonno sono strettamente connessi a quelli della fame. Non giunge quindi nuova la tesi di uno studio condotto da ricercatori della University of Otago di Dunedin, in Nuova Zelanda e pubblicato sul “British Medical Journal” nel quale si sostiene che i piccoli tra i 3 e i 5 anni che non dormono regolarmente hanno maggior possibilità di essere in sovrappeso dopo i sette anni.

    Sono stati analizzati 250 bambini. Gli esperti hanno monitorato la vita (da cosa mangiavano a quante ore dormivano) per quattro anni i piccoli di casa. Tra le variabili tenute in considerazione c’erano ovviamente il peso, la dieta, la composizione corporea e l’attività fisica.

    La soluzione perché i piccoli non mettano qualche chilo di troppo? Undici ore di sonno. Per ogni ora di sonno perso si è registrato una crescita dell’indice di massa corporea di 0,49 punti e un aumento del 61% del rischio di essere in sovrappeso o obesi all’età di 7 anni. Purtroppo non dormire, significa avere più tempo a disposizione e di conseguenza mangiare anche di più.

    È importante curare con una certa attenzione l’alimentazione dei bambini: orari dei pasti molto regolari, frutta, verdura e un giusto apporto di nutrimenti. Attenzione a non esagerare con i grassi e favorire lo sport (stanca e fa dormire).

    289

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalorieGrassiGrasso localizzatoObesitàObesità Infantile
    PIÙ POPOLARI