La birra fa ingrassare o dimagrire? L’opinione della scienza

Lo dicono diversi studi scientifici e test condotti sui bevitori: la birra non fa ingrassare. Anzi, è stato provato che questa bevanda ha tantissimi effetti benefici sulla salute e non ultimo farebbe addirittura dimagrire, combattendo l’obesità e accelerando il metabolismo. La famosa pancia da birra è solo conseguente a uno stile di vita e abitudini alimentari scorretti.

da , il

    La birra fa ingrassare o dimagrire? L’opinione della scienza

    La birra fa ingrassare o dimagrire? E’ una domanda che si fanno in molti. E’ una bevanda che spesso accompagna i nostri pranzi, le nostre cene e allieta i nostri momenti di relax. Ma è davvero indicata per chi è a dieta? Vediamo, per dare una risposta più precisa, cosa dice la scienza: ci sono diversi studi e test che hanno cercato di rispondere al quesito e i risultati sono stati sorprendenti.

    La birra: fa ingrassare o dimagrire?

    La birra è una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione di mosto a base di malto d’orzo, aromatizzata e amaricata con luppolo. Il suo utilizzo risale alla notte dei tempi: sembra che già nell’Antico Egitto venisse somministrata fin dall’infanzia, poiché veniva considerata una vera e propria medicina. In effetti dei benefici sulla salute ce l’ha: secondo alcuni studi il suo consumo ridurrebbe il rischio di sviluppare calcoli ai reni fino al 40% e che sarebbe una fonte di acido ortosilicico, importante per lo sviluppo delle ossa, che quindi contrasta l’osteoporosi. Vediamo in termini di linea.

    In generale, la birra contiene poche calorie e grassi saturi. Per essere precisi, 100 ml di birra contengono 43 calorie; quindi, un bicchiere da 250 ml contiene circa 90 calorie. Di gran lunga inferiore alle calorie delle bibite gassate, che contengono molti più zuccheri e gonfiano la pancia di più. Ma il risultato sorprendente è quello che viene fuori da una ricerca dell’Università dell’Oregon: nel luppolo ci sarebbe lo xantumolo, un flavonoide che aiuta a perdere peso e ad abbassare i livelli di colesterolo. La prova è stata condotta sui topi, tutti alimentati con una dieta ricca di grassi, ma a un gruppo sarebbero stati somministrati 30-60 milligrammi di xantumolo per chilo di peso corporeo al giorno per 12 settimane. I topi che avevano ricevuto lo xantumolo avrebbero abbattuto il loro livello di colesterolo dell’80 per cento e raggiunto un peso inferiore del 22%. Ma la vera scoperta rivoluzionaria è questa: sempre secondo gli esperti questa bevanda conterrebbe anche una sostanza chiamata nicotinamide riboside in grado di combattere l’obesità e accelerare il metabolismo!.

    L’unica controindicazione è che tutto ciò avverrebbe dopo un’alta somministrazione di questo alimento e quindi dopo aver bevuto tantissima birra. Ovviamente bisogna invece moderarne il consumo, sia per la linea ma soprattutto per la salute. Secondo i nutrizionisti la dose giornaliera da non superare è di 2 o 3 bicchieri da 250 ml di birra al giorno.

    La birra gonfia lo stomaco?

    Appelliamoci di nuovo alla scienza per sapere se la birra gonfia lo stomaco. Anche qui la risposta scientifica è sorprendente: secondo una ricerca condotta dal German Institute of Human Nutrition non ci sarebbe relazione tra pancia gonfia e birra. Il loro esperimento è stato condotto su alcuni giovani assidui bevitori, ma è stato rilevato che il consumo portava solo ad aumento di peso e non gonfiore. Questo era causato piuttosto da fattori genetici.

    Ci sono però degli abbinamenti che causerebbero il gonfiore addominale. Da evitare per esempio di accompagnare la birra ad alimenti lievitati o contenenti amido come la pizza e le patatine fritte. In questo caso è assicurato il gonfiore. Va bene invece abbinata a proteine di carne e pesce e alle verdure: ottimo è insieme a un’insalata di pollo o a un piatto di pesce e verdure ala griglia.

    Insomma chi si domanda se la birra fa ingrassare o semplicemente gonfiare, la risposta per entrambe è No! La birra può far ingrassare solo nel caso in cui se ne faccio un uso smodato ( che sarebbe dannoso soprattutto per la salute) e se associata alla maggiore assunzione di calorie. Sempre secondo alcuni studi infatti si tende a mangiare di più quando si ingeriscono bevande alcoliche perché il senso di sazietà non viene compensato allo stesso modo del cibo.

    Per quando riguarda invece gli effetti della birra analcolica, è di nuovo uno studio scientifico a dimostrarci le sue virtù dietetiche: il test condotto dall’Universita’ di Goettingen su bevitori, è arrivato alla conclusione che a parità di liquido consumato, chi beve birra analcolica perde peso.