La crisi economica favorisce l’obesità

da , il

    Meno soldi e più junk food: sembra proprio che la crisi economica abbia effetti devastanti anche sulla nostra salute e sulla nostra linea. Questi sono i risultati di un recente studio che svela la relazione tra la crisi economica in corso e l’aumento dell’obesità.

    Meno soldi da spendere quindi per prodotti salutari e di prima scelta che inevitabilmente costano di più. Così si preferisce un pranzo o uno spuntino in un fast food, più economico, rispetto a ristoranti e bar dove oltre alla qualità, anche la spesa è decisamente superiore.

    Lo studio è stato condotto da Eva Münster dell’Università di Mainz, in Germania, e rivela come gli alimenti meno costosi spesso siano anche i meno sani. Pochi soldi da spendere e il carrello della spesa si riempie di junk food, che ha effetti negativi sulla line a e sulla salute.

    E’ stato anche effettuato un test su 9 mila persone dal quale è emerso che il 25% dei 949 soggetti con debiti economici risultano più obesi rispetto agli altri 8.318 partecipanti.

    In sintesi la capacità di scegliere il cibo spesso dipende dalle risorse finanziarie disponibili” spiega la direttrice dello studio.

    Fotografie tratte da

    science.kukuchew.com

    nayna.in

    theage.com.au