La dieta Agar-agar, l’alga rossa giapponese

da , il

    La dieta Agar-agar

    Abbiamo spesso parlato delle alghe, perché sono un valido aiuto in cucina per mantenere la linea. Noi italiani le usiamo poco, mentre in Oriente sono un piatto tipico. Oggi ci concentriamo su l’agar-agar, un estratto di un’alga rossa, utilizzato da sempre sull’ormai a Okinawa e che pare possieda qualità straordinarie. Le proprietà più importante di questo alimento sono che sia in grado di diminuire la fame, intrappolare i grassi cattivi, gli zuccheri e le calorie. In più abbasserebbe il tasso di colesterolo e dei trigliceridi. Insomma, davvero un ottimo alleato.

    Vi dico di più, se andate in alcune farmacie omeopatiche trovate delle pillole a base di agar-agar contro il colesterolo. Sono realmente efficaci (provate sulla pelle) e non hanno controindicazioni a differenza dei farmaci per abbassare i livelli di colesterolo.

    L’alga è priva di un gusto e di un profumo precisi, può essere aggiunta a qualsiasi alimento senza alterarne le qualità organolettiche. Per far conoscere come poter sfruttare al meglio tutte queste virtù è uscito un libro di Anne Dufour e Carole Garnier per le Edizioni L’Età dell’Acquario dal titolo “La dieta Agar agar”.

    È una guida per scoprire le virtù dell’agar-agar e può essere importante per chi desidera migliorare la qualità della sua alimentazione, o desidera perdere qualche chilo senza fare sacrifici inutili ed eccessivi, o deve limitare l’assunzione di zuccheri e grassi e per chi vuole cucinare senza fare uso dei preparati di origine animale normalmente in commercio.

    Foto tratta da dietaland.com